Sostituzione guarnizione frigorifero


Sostituzione guarnizione frigorifero


Guida informativa e pratica per cambiare la guarnizione del frigorifero con la tecnica del fai da te, senza ricorrere necessariamente a personale specializzato.

Sostituire la guarnizione del frigorifero con la tecnica fai da te: considerazioni preliminari.

Sostituire la guarnizione del frigorifere è un’operazione che rientra senz’altro tra quelle che sono appannaggio degli appassionati del fai da te. Affinché il frigorifero possa raffreddare a sufficienza, contenere i consumi nei limito previsti dalla scheda tecnica, durare nel tempo, al pari degli altri elettrodomestici, necessita di manutenzione ordinaria, come spolverare periodicamente la serpentina posta sul retro, per assicurare in ogni momento un efficiente scambio di calore, rimuovere l’eventuale massa di ghiaccio che si dovesse formare all’interno del freezer, controllarne la stabilità e verticalità, oltre a qualche intervento straordinario, come appunto sostituire la guarnizione della porta che per qualche motivo (presenza di buchi, lacerazioni, interruzioni, ruggine, ecc), non è più in grado di assicurare la necessaria tenuta stagna. Il sistema di ancoraggio della guarnizione può essere diverso in finzione della marca del frigorifero. In linea di massima, abbiamo tre possibilità: la guarnizione risulta fissata al pannello interno della porta ad incastro; risulta fissata ad incastro nonostante la presenza di viti che agiscono da barriera alla stessa, per evitare che fuoriesca dal proprio alloggio; è fissata a mezzo di viti. Per accertarsi del sistema di ancoraggio è sufficiente sollevarla in un angolo. In realtà, la guarnizione della porta dei moderni frigoriferi si fissa ad incastro con la stessa tecnica prevista per le guarnizioni degli infissi in allumini anodizzato.

Iter operativo.

Passo 1

Con gli estremi del frigorifero, marca, modello, sigla, ecc. o con la guarnizione vecchia allo mano, recatevi presso un punto vendita di ricambi elettrodomestici e procurate la nuova guarnizione.

Passo 2

Se non già fatto, rimuovete la vecchia guarnizione, dopo aver rimosso le eventuali viti, se presenti.

Passo 3

Montate la nuova guarnizione.

Per quella fissata con le viti, non sussiste alcun problema, se il modello è perfettamente lo stesso, in quanto coincidono i fori di ancoraggio. Basta posizionare la nuova guarnizione lungo l’alloggio e fissarla con le viti.

Maggiore manualità richiede la guarnizione ad incastro, non certo per togliere la vecchia, che basta tirarla, quando per sistemare la nuova. Alcuni pannelli destinati ad ospitare la guarnizione prevedono gli angoli arrotondati, per cui un’unica guarnizione copre l’intero perimetro. Altri formano un quadrilatero con gli spigoli vivi, per cui la guarnizione va sistemata separatamente sui quattro lati e raccordata ai quattro angoli con un tagli a 45 gradi, a modi cornice. Per montare la quasi totalità delle guarnizioni ad incastro non c’è bisogno di alcun attrezzo. Ci troviamo di fronte ad un incastro che potremo definire a maschio e femmina. In questo caso, basta cominciare da un angolo del pannello e da un’estremità della guarnizione ed accoppiare i due giunti, e spingendo con le dita seguire l'intero perimetro del pannello.

Consigli utili.

Per alcune guarnizioni potrebbe essere necessario aiutarsi con la punta di un giravite a taglio per incastrare la linguetta di tenuta sotto il bordo del pannello.

Ti è piaciuto questo articolo?

Deve migliorare!

Segui Faidate 360:

La Tua Opinione Conta!

Giudica questo articolo:

Deve migliorare!

Segui Faidate 360: