Costruire un recinto

Articolo realizzato dalla redazione
Informazioni sulla redazione

Come costruire un recinto, dai materiali e attrezzi alla spiegazione passo per passo delle operazioni necessarie per raggiungere l’obiettivo.

Tipologie di recinzioni.

Uno spazio verde, un giardino, una qualsiasi area pubblica o privata, può essere delimitata con una recinzione in legno, in muratura, rete o cancellate metalliche, in funzione di ciò che si vuole proteggere, del budget a disposizione, di quanto deve durare, del tempo che si vuole dedicare alla manutenzione, dei gusti, dei limiti normativi e regolamentari. La recinzione in muratura è più costosa di quella in legno, ma assicura una maggiore protezione all’intrusione e necessita di una minore manutenzione. Dal punto di vista estetico, per la recinzione del giardino sarebbe da preferire il legno alla muratura o alle inferriate metalliche. Tra le tipologie di recinzioni più diffuse a apprezzate troviamo: la recinzione in legno a piantoni (pali) verticali, a sezione cilindrica o quadrata, e correnti (traverse) orizzontali, rispettivamente cilindrici o in listelli a sezione rettangolare; la recinzione a graticcio; la recinzioni a rete metallica; la recinzione con basamento in muratura e cancellate metalliche; la recinzione interamente in muratura. La scelta della tipologia di recinzione deve rappresentare il giusto compromesso tra le diverse esigenze, cui abbiamo fatto cenno.

Iter operativo per la costruzione di un recinto in legno.

Ipotizziamo di voler costruire una recinzione in legno (pino nordico) a piantoni verticali, del diametro di 12cm, altezza 150cm (altezza fuori terra 110cm), con tre correnti orizzontali del diametro di 8cm (lunghezza di ogni traversa orizzontale 250cm), per recintare un giardino quadrangolare con un perimetro di 50ml circa. Immaginiamo di fissare i pali in una colata di cemento a mezzo di buche 30x30x40cm di profindità.

Attrezzi: rotella metrica; picchetti metallici; mazzuolo; corda; vanga; piccone; secchio muratore; badile; martello carpentiere, frattazzo di legno.

Materiali: 24 piantoni (pali verticali); 60 correnti (traverse orizzontali); 48 listelli da 70-80cm sezione 2x3cm; chiodi; cemento; sabbia; ghiaia; acqua. Per determinare il numero dei piantoni verticali basta dividere il perimetro del recinto per la lunghezza del singolo passante (nel caso ipotizzato 5000cm : 250cm = 20, cui bisogna aggiungere 4 piantoni, uno per ogni angolo del recinto), mentre per determinare il numero dei passanti orizzontali basta dividere il perimetro del recinto per la lunghezza del passante e moltiplicarlo per il numero delle file dei correnti orizzontali (nel nostro caso 5000cm : 250cm x 3 = 60). Per stabilire la quantità di calcestruzzo, basta calcolare la cubatura delle 24 buche (nel nostro caso: 30x30x40cm x 24 = 864.000 centimetri cubi, ossia quasi un metro cubo di calcestruzzo). Con questo dato, gli operatori di qualsiasi Centro commerciale attrezzato per il fai da te, sapranno indicare le quantità di cemento, sabbia e ghiaia che necessitano.

Costo del materiale: tenuto conto che il costo medio di un piantone delle dimensioni e caratteristiche di quello scelto è di 15 euro circa e che quello del corrente è di 8 euro circa, bisogna preventivare una spesa complessiva di 840 euro (24x15 + 60x8), circa 16,50 euro a ml, cui bisogna aggiungere pochi euro per il calcestruzzo.

Passo 1

Stabilito il tipo di recinto, informatevi presso l’Ufficio Tecnico del Comune competente per territorio, circa gli eventuali limiti da rispettare, per materiale, distanze e altezza, quindi procurate il Kit (piantoni, passanti e ferramenta per l’assemblaggio) presso una ditta specializzata e i componenti per il calcestruzzo presso un negozio di materiale edile.

Passo 2

Fissate 4 paletti ai quattro angoli del giardino e raccordateli con la corda. Con l’ausilio della rotella metrica segnate i punti delle 24 buche, interrando per ognuno di essi un paletto. Nel distanziare le buche, tenete presente che le estremità di ogni traversa orizzontale alloggiano nel foro passante del piantone (nel nostro caso di 6cmx2) e che per ogni angolo la coppia di pali prevista va piantata a 40-50cm dal vertice.

Passo 3

In corrispondenza di ognuno dei 24 picchetti delimitare il perimetro delle buche (30x30cm), che provvedete a scavare per una profondità di 40cm con l’ausilio della vanga, utilizzando anche il piccone, in presenza di un terreno particolarmente duro e compatto.

Passo 4

Per ogni buca sistemate un palo (piantone), assicurandone la verticalità per ognuno di essi puntellandolo con una coppia di listelli (di 70-80 cm), che fisserete al palo a mezzo di un chiodo. I due travetti vanno fissati in posizione frontale tra di loro, in modo da formare due angoli di 45 gradi rispetto al palo.

Passo 5

Preparate il calcestruzzo impastando ghiaia, cemento, sabbia e acqua nelle proporzioni: quattro – uno – due – uno. In considerazione della quantità necessaria, non particolarmente eccessiva, che come abbiamo visto non supera il metro cubo, potete impastarlo a terra con l’ausilio del badile per muratore, a meno che non disponete di una piccola betoniera, presa semmai in locazione.

Passo 6

Eseguite per ogni buca la colata di cemento che livellerete in superficie con il frattazzo di legno. Lasciate trascorrere 36-48 ore, in funzione delle condizioni climatiche, prima di riprendere il lavoro.

Passo 7

Rimuovete i listelli di sostegno dai singoli pali e posizionate uno di seguito all’altro, su tre file, i passanti orizzontali che fisserete ai pali con la ferramenta in dotazione del Kit (chiodi). Nei quattro angoli, le 24 traverse orizzontali vanno raccordate con un taglio a 45 gradi in modo da formare un angolo retto.

Informazioni e consigli.

In alternativa alla colata di cemento per singolo palo, è possibile costruire un muretto interrato per l’intero perimetro del recinto al quale ancorare, con tasselli per calcestruzzo, dei porta pali a base quadrangolare con 4 punti di ancoraggio. Se si vogliono evitare del tutto le opere in muratura si possono trovare sul mercato porta pali a forma di cuneo da inserire direttamente nel terreno, se la tipologia di quest’ultimo lo consente;

Informazioni Sugli Autori:

Articolo realizzato dalla redazione
Informazioni sulla redazione

MAGAZINE CHI SIAMO CONTATTI
Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie e dichiari di aver letto la nostra Cookie Policy e la Privacy Policy. Per saperne di pi├╣ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy.