Archi in cartongesso

Guida su come costruire un arco in cartongesso, materiale leggero, economico, facile da lavorare e posare, con l’indicazione degli attrezzi e del materiale necessario, cui seguono utili suggerimenti per perseguire il risultato con la tecnica del fai da te.

Il cartongesso a partire dagli anni ’60, ossia da quando arriva in Italia dagli Stati Uniti dove fu inventato, ha fatto registrare un crescente utilizzo nel settore edile, utilizzo che negli ultimi tempi sta riscuotendo un grande successo anche nella realizzazione di accessori e mobili di arredamento, come librerie, pareti attrezzate in cartongesso, cabine armadio, archi, ecc.

 

Perché scegliere il cartongesso.

Se per quanto riguarda le librerie e le pareti attrezzati, la scelta di realizzarle in cartongesso, spesso più che da esigenze funzionali è dettata dal desiderio di realizzare in maniera economica un qualcosa che valorizzi e personalizzi l’ambiente, non altrettanto si può dire per gli archi, per i quali il cartongesso sempre essere fatto a posta, in considerazione della leggerezza, lavorabilità e facilità di posa in opera.Tra l’altro, i potenziali limiti del cartongesso, circa la poca attitudine a ricevere tasselli e chiodi, per gli archi non si pone.

Gli archi in cartongesso una volta realizzati finiscono per diventare parte integrante della muratura, con la quale formano un tutt’uno ed insieme alla quale sembrano essere nati.

Ditte specializzate si offrono per costruire in pochissimo tempo queste opere in cartongesso, cosiddette in muratura leggere, su progetti dei committenti, mettendo a disposizione propri professionisti anche nella fase di progettazione per contribuire alla soluzione che meglio risponde alle esigenze del cliente.

La tecnica delle costruzioni degli archi in cartongesso, la stessa per tutte le realizzazioni in cartongesso, è rimasta invariata nel corso degli anni, anche se costantemente migliorata e facilitata:

Grazie alla facilità di lavorazione e posa in opera del cartongesso, le costruzioni degli archi sono diventate appannaggio dei bricolers e fai da te, con una certa manualità ed esperienza di assemblaggio e lavori di finitura propri della muratura tradizionale.

Costruzione arco in cartongesso: iter operativo.

In questa pagina, ci occuperemo della costruzione di un arco in cartongesso in un vano esistente, che divide la saletta di entrata dal resto della casa. Ipotizziamo che la larghezza del vano sia di 90cm e che la parete presenti uno spessore di 12cm.

Attrezzi necessari:  matita, metro; squadra; seghetto, per tagliare i profili; trapano avvitatore per assemblare la struttura portante, munta di punta da muro per fissarla allo stesso; cutter per cartongesso; secchio per impastare lo stucco; cazzuola, frattazzo e spatole, per stuccare; pennellessa.

Materiale occorrente:  profili metallici zincati specifici per cartongesso; cartongesso in lastre, spessore 1cm, che si presta ad essere curvato e modellato; viti per assemblare la struttura portante; viti per fissare i pannellini in cartongesso alla struttura portante; stucco già pronto per l’uso o stucco in polvere da preparare; carta vetrata e vernice per interno.

Come procedere:

Consigli utili:

Informazioni Sugli Autori: Questo articolo è stato realizzato dalla Redazione (Informazioni sulla redazione)

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Potremmo fornire i dati ad istituti di analisi e ai social media. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie (Clicca Quì).
MAGAZINE CHI SIAMO CONTATTACI