Il termosifone


Il termosifone


I termosifoni possono essere di ghisa, acciaio, alluminio. Essi, parte terminale dell’impianto di riscaldamento, hanno la funzione di cedere calore all’ambiente che li ospita. L’acqua calda dalla caldaia, a mezzo di tubazioni, viene convogliata ai radiatori, collocati nei punti strategici della casa. Oltre ai tradizionali “termosifoni a elementi”, il mercato offre una vasta gamma di termosifoni tubolari, nonché termosifoni a piastra radiante, che trovano impiego negli ambienti di dimensioni ridotte.

Anche se sconsigliato, per ragioni di efficienza, la maggior parte dei radiatori vengono collocati sotto le finestre. E’ opportuno tener presente che, i termosifoni collocati in nicchie o schermati con i copritermosifoni, perdono parte della propria efficienza.

La forma dei radiatori viene studiata in modo da aumentarne il più possibile la superficie esterna e quindi la quantità di calore che riescono a cedere. Sotto questo aspetto i radiatori tubolari, oltre ad essere veri elemento d’arredo, assicurano una maggiore efficienza, grazie alla maggiore superficie esterna rispetto a radiatori tradizionali, per cui finiscono per riscaldare una maggiore quantità d’aria. Essendo, infatti, i tubi distanziati uno dall’altro, l’intera superficie degli stessi concorre al complessivo riscaldamento. Alcuni modelli sono muniti di apposite resistenze elettriche che li rendono utilizzabili, con alimentazione elettrica, anche quando l’impianto centralizzato risulta spento.

I termosifoni in genere creano un movimento ascensionale dell’aria, la quale tende a salire per cui la temperatura al soffitto è molto più alta rispetto al pavimento. L’impianto con radiatori in ghisa è il più economico, mentre quello con i radiatori in acciaio rappresenta l’impianto più costoso (prezzo quasi doppio). Il radiatore in ghisa riscalda più lentamente, ma si raffredda anche più lentamente rispetto ai radiatori in acciaio. La scelta sarà orientata dal budget a disposizione e dalla destinazione dell’ambiente da riscaldare. Si possono dotare di valvole termostatiche che regolano l’afflusso dell’acqua in funzione della temperatura fissata. L’acqua nei radiatori raggiunge una temperatura media massima di circa 75 °C. E’ opportuno non perdere di vista che l'aria nei termosifoni è una delle cause principali di riscaldamento inefficiente e insufficiente. Se necessario provvedere al relativo spurgo.

Ti è piaciuto questo articolo?

Deve migliorare!

Segui Faidate 360:

La Tua Opinione Conta!

Giudica questo articolo:

Deve migliorare!

Segui Faidate 360:

Articoli che potrebbero interessarti:

Aria nei termosifoni Aria nei termosifoni

Costo termosifoni Costo termosifoni