Zanzariere per porte e finestre: tipologie, caratteristiche e prezzi

Articolo realizzato dalla redazione
Informazioni sulla redazione

Guida informativa sulle zanzariere per porte e finestre, dalle caratteristiche tecniche alle diverse tipologie, dai materiali ai sistemi di funzionamento, da quanto costano a dove e come si montano, a cosa serve per costruirle in maniera semplice ed economica con la tecnica del fai da te

    Indice Articolo:
    1. Cosa sono?
      1. A che servono?
    2. Tipologie
      1. A soffietto
      2. A strappo
      3. Fissa
      4. Estensibile
      5. Scorrevole
      6. Avvolgibile
      7. Magnetica
      8. A tenda
    3. Dove si comprano?
      1. Prezzo
     

Caratteristiche delle zanzariere.

Le zanzariere sono dispositivi di protezione costituiti da una rete protettiva contro gli insetti molto sottile tale da risultare quasi trasparente alla vista.

Esse sono costituite da una rete a maglie abbastanza stette e vengono poste all’interno delle abitazioni su finestre o porte che comunicano con l’esterno.

Le zanzariere non riducono il passaggio delle luce, mentre, in qualche misura, incidono sulla circolazione dell’aria, in considerazione della maglia della rete, necessariamente stretta.

A cosa servono?

Le zanzariere servono a difendersi dagli insetti fastidiosi e pericolosi, come zanzare, api, vespe, mosche, moscerini, ecc., che spesso condizionano la piacevole vita all’aperto durante le stagioni calde o impediscono di godere del confortevole fresco notturno.

L’esigenza di difendersi dalle zanzare e da tutti gli altri insetti è avvertita soprattutto in presenza di bambini piccoli. L’attenzione e la preoccupazione per questo insetto è cresciuta con l’avvento della cosiddetta “zanzara tigre”, importata dall’Asia.

Specie ormai presente per dieci mesi su dodici, colpisce essenzialmente durante le ore fresche della giornata, creando serie preoccupazioni nelle persone maggiormente sensibili, per la quali le punture possono dar vita a manifestazioni allergiche e richiedere cure mediche.

Le zanzariere vengono anche trattate con insetticidi soprattutto nelle zone dove è presente la malaria.

Tipologie di zanzariere.

In risposta alle accresciute esigenze dei potenziali clienti, le aziende del settore hanno arricchito la gamma con soluzioni innovative, sia sotto l’aspetto estetico che funzionale, in grado di soddisfare qualsiasi esigenza. Tra le tipologie maggiormente apprezzate, ricordiamo:

Zanzariera per tapparelle a soffietto.

La zanzariera per tapparelle, semplice da montare e dal costo contenuto, è costituita da una rete plissettata che scompare in un alloggio da ancorare all’ultima stecca della tapparella esistente. E' un dispositivo che può essere applicato su tutti gli infissi che prevedono la tapparella.

Il contenitore che ospita la rete plissettata è molto simile ad una comune stecca di tapparella, per cui quando la rete è disinserita, il contenitore si integra perfettamente con la tapparella nel suo complesso.

La zanzariera può essere azionata una volta che la tapparella è stata parzialmente o totalmente alzata.

Per montare questa zanzariera basta prendere la larghezza del vano ed eseguire il taglio della parte eccedente del profilo che ospita la rete, quindi ancorare il profilo all’ultima stecca della tapparella, con le staffe in dotazione del Kit.

Zanzariera a strappo con velcro.

La zanzariera a strappo con velcro è applicabile sugli infissi sforniti di tapparelle.

Essa rappresenta la tipologia più semplice, pratica, economica e veloce da montare.

Lungo gli stipiti che delimitano il vano finestra o balcone viene incollato una striscia di nastro adesivo in velcro, cui vengono attaccati due teli di rete opportunamente dimensionati alla grandezza del vano.

La zanzariera a strappo si presta ad essere posata, rimossa e rimontata in qualsiasi momento, non solo a fine stagione ma anche per il solo passaggio.

Zanzariera fissa.

La zanzariera fissa, come si desume dal nome, è quella che non consente di essere temporaneamente rimossa per consentire l’eventuale passaggio o una maggiora ventilazione.

Viene posta in vani particolari che danno all’esterno, come le finestre situate ad una certa altezza dal pavimento in ambienti interrati o parzialmente interrati.

Zanzariera estensibile.

La zanzariera estensibile è formata da un pannello di altezza variabile, allungabile entro certi limiti, da sistemare tra le guide della tapparella, da chiudere superiormente abbassando l’avvolgibile.

In pratica, il vano compreso tra il pavimento e la tapparella parzialmente alzata, del balcone o finestra, viene chiuso con un pannello estensibile, da posizionare tra le guide dell’avvolgibile.

Zanzariera scorrevole.

La zanzariera scorrevole è formata da un telaietto realizzato con un profilo in alluminio a “U”, sistemato nel vano della finestre o balcone, tra l’infisso e la tapparella o esternamente a quest’ultima, in cui scorrono due pannelli (due teli di rete sostenuti da una cornicetta in profili leggeri di alluminio).

Zanzariera avvolgibile.

Le zanzariere avvolgibili, sia verticali che orizzontali si avvolgono in alto o lateralmente al vano. Di grande interesse risultano quelle con montaggio cosiddetto ad espansione, la cui posa in non prevede punti di ancoraggio con viti o tasselli.

Il Kit prevede un cassonetto di protezione che contiene la rete avvolta su un rullo, da sistemare nella parte alta del vano (modello verticale) e due guide (montanti), in cui scorre la rete, da posizionare lateralmente al vano. Il cassonetto contenente la rete presenta uno spessore di 3,5 cm circa, misura in genere compatibile con lo spazio a disposizione.

Per il montaggio, una volta rilevata l’altezza e la larghezza del vano, bisogna:

Come realizzare una zanzariera fai da te .

Zanzariera magnetica.

La zanzariera magnetica è costituita da un telaio completo di rete che può essere facilmente installato su qualsiasi finestra o balcone mediante un magnete in esso incorporato. E' una soluzione comoda perchè può essere facilmente installato e rimosso.

Zanzariera a tenda.

Oltre alle zanzariere cosiddette per tapparelle, a strappo con veltro, fisse, scorrevoli, avvolgibili laterali e verticali, manufatti che si integrano con gli infissi, nei paesi colpiti da malattie, come la malaria, che gli insetti contribuiscono a diffondere, trovano applicazione le cosiddette zanzariere a tende, veri baldacchini che sovrastano culle e letti, che fanno da barriera a questi insetti. Alcune di queste tende zanzariere risultano impregnate con insetticida per cui, oltre ad agire da barriera, per un certo periodo uccidono questi insetti.

Dove si comprano e quanto costano le zanzariere.

Le zanzariere si comprano presso negozi specializzati, in genere attrezzati per la vendita online, Centri Commerciali del tipo Leroy Merli e Castorama. Vengono commercializzate in Kit di montaggio di varie misure, modificabili entro certi limiti.

Quanto costano?

La forbice dei prezzi è piuttosto ampia in funzione del materiale, design e tecniche di funzionamento.

A titolo orientativo, si passa dai 30-35 euro circa, per una economica zanzariera da balcone del tipo cosiddetta per tapparella, ai 100-110 euro circa per una zanzariera da balcone (1.30mx2.20m) del tipo avvolgibile verticale o orizzontale composta dal cassonetto porta rete e due guide in cui scorre quest’ultima, mentre il prezzo scende a 70 euro circa per un’analoga zanzariera per una finestra 1.40x1.40m.

Informazioni Sugli Autori:

Articolo realizzato dalla redazione
Informazioni sulla redazione

MAGAZINE CHI SIAMO CONTATTI
Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie e dichiari di aver letto la nostra Cookie Policy e la Privacy Policy. Per saperne di pi├╣ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy.