Montare un lampadario

Vediamo come installare un lampadario in maniera semplice e corretta, una guida passo per passo degli adempimenti da compiere in assoluta sicurezza.

Montare un lampadario fai da te.

Montare un lampadario tradizionale è operazione abbastanza semplice sia dal punto di vista elettrico che operativo, mentre, sotto quest’ultimo aspetto, maggiori difficoltà si possono incontrare con la posa in opera di una plafoniera. L’operazione risulta oltremodo semplice se il filo elettrico che esce dal soffitto presenta una lunghezza sufficiente per essere collegato ai morsetti del lampadario e non è particolarmente vecchio o cotto, ossia facile a spezzarsi, e se è già presente nel soffitto il tassello ad occhiello chiuso o la cosiddetta pignatta, dove appendere il lampadario (Vedi nota 1). E’ un’ operazione da fare possibilmente in due.

Attrezzi e materiale occorrenti.

Iter operativo.

Come ogni qualvolta che si opera con l’impianto elettrico, togliete la corrente portando su “OFF” l’interruttore generale del quadro elettrico. Munitevi di un solido scaletto di altezza adeguata e posizionatelo leggermente decentrato rispetto al punto del soffitto dove si trova la pignatta e la coppia di cavi.

Se non già fatto, spelate i cavi che escono dal lampadario e fissateli ai morsetti.

Munitevi di cacciavite, forbici e nastro isolante e salite sullo scaletto. Spelate per scarso un centimetro le estremità dei cavi che escono dal soffitto. Prendete tra il pollice e l’indice il fascetto di fili conduttori e avvolgete su loro stessi.

Fatevi passare il lampadario e appendetelo alla pignatta o al tassello ad occhiello chiuso. Collegate il filo di terra che esce dal soffitto (di colore verde o giallo) al tubo metallico del lampadario (a mezzo di un collaretto metallico) e gli altri due fili a quelli rispettivi del lampadario a mezzo dei previsti morsetti.

Nascondete i fili con la coppetta di cui ogni lampadario è munito, che fisserete all’estremità superiore dell’asta del lampadario avvitando la vite situata sul collaretto. Portate l’interruttore genere del quadro elettrico su “ON” e accendete l’interruttore del lampadario, per verificarne il regolare funzionamento. Il lampadario è stato installato.

Posa di una plafoniera.

Fermo restando quanto detto per il lampadario, richiamiamo l’attenzione sui seguenti punti:

a) bisogna rimuovere l’eventuale pignatta o tassello ad occhiello chiuso che fuoriesce dal soffitto;

b) fissare al soffitto a mezzo dei tasselli e con l’ausilio del trapano la base della plafoniera, avendo cura di passare i fili elettrici che escono dal muro attraverso il foro previsto nella base della plafoniera (unico foro di dimensione più grande rispetto ai restanti fori, previsti per fissare la base della plafoniera al soffitto). Nel fare i fori, dopo averli segnati con una matita reggendo con una mano la base della plafoniera sotto al soffitto, stare attendi al percorso del filo della corrente nel soffitto, per evitare di spezzarlo con la punta del trapano;

c) fissata la base della plafoniera, collegare i fili come per il lampadario, quindi avvitate la lampadina o agganciare il neon e fissare il copri lampada.

Se il punto luce non presenta l’occhiello di sospensione, quagliate con un po’ di malta cementizia una barretta di ferro, opportunamente sagomata, nelle prossimità del tubo isolante dal quale escono i cavi o più semplicemente con il trapano fissate un tassello ad occhiello. In entrambi i casi fate attenzione a non beccare i fili che corrono nel soffitto. Qualora dovreste optare per la prima soluzione, oltre agli attrezzi elencati, avete bisogno: scalpello, martello, cazzuola, spatola, barretta di ferro sagomata, un pizzico di malta cementizia premiscelata ed il secchio per impastarla.

Informazioni Sugli Autori: Dottor Giuseppe Travaglione

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Potremmo fornire i dati ad istituti di analisi e ai social media. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie (Clicca Quì).
MAGAZINE CHI SIAMO CONTATTACI