Aiuole in pietra

Articolo realizzato dalla redazione
Informazioni sulla redazione

Guida informativa e pratica sulle aiuole in pietra, dai vantaggio rispetto alle altre tipologie alla tecnica di posa in opera delle pietre a spacco, agli utilizzi.

Scopo delle aiuole. 

Perseguono finalità ornamentali, per interrompere il senso di monotonia che altrimenti presenterebbe ogni giardino e spazio destinato al verde, creando macchie di colore, oltre alle condizioni che permettono di diversificare il substrato in funzione delle esigenze delle diverse specie di piante.

Tipologie di aiuole.

Differiscono per forma, grandezza, materiale e soprattutto per livello, rispetto a quello originario del giardino. Possono essere realizzate in mattoni, calcestruzzo, pietre, ecc.

Vantaggi delle aiuole in pietra.

Si possono modificare, eliminare e spostare in qualsiasi momento. Ipotizzando che il giardino abbia di fondo un prato, basta rimuovere le zolle dalla fascia che ospiterà la nuova aiuola e utilizzarle per tamponare le aeree che risultano scoperte dopo la rimozione della vecchia aiuola; sono di facile ed economica realizzazione; si intergrano bene con giardini di ogni stile; rispetto alle aiuole rigide, in mattoni o cemento armato, le aiuole in pietra si prestano ad ospitare albero al alto fusto, caratterizzati da una massa radicale imponente. Infatti, la forza demolitrice di queste ultime, finirebbe per compromettere l’integrità delle aiuole rigide.

Come costruire un'aiuola in pietra.

Attrezzi e materiale necessario: ipotizzando di voler realizzare un’aiuola quadrangolare, abbiamo bisogna di un metro, una corda e 8 picchetti, per delimitare il perimetro dell’aiuola; una vanga o un piccone per scavare la buca, a secondo della compattezza del suolo; della ghiaia per creare il letto alla fila di pietre o muretto che andremo a realizzare; pietre a spacco di diverse dimensioni.

Iter operativo.

Delimitate il perimetro dell’aiuola e scavate una buca profonda solo 4-5 cm che riempirete con uno strato di ghiaia sottile, preparando così il letto sul quale adagerete le pietre, in modo che le stesse risultino stabili e non facilmente spostabili dall’acqua dell’irrigazione e dagli agenti atmosferici dalla pioggia al forte vento.

Selezionate le pietre per fasce di grandezza e cominciate la posa partendo da quelle più grandi, creando per l’intero perimetro dell’aiuola quella che potremmo definire la prima fila di un muretto a secco. Continuate con le file successive, disponendo le pietre sfalsate rispetto a quelle sottostanti, in modo che ogni pietra della seconda fila capita a cavallo tra due pietre consecutive della prima fila. A partire dalla prima fila, fate in modo che due pietre consecutive vengono posate in maniera asimmetrica tra di loro, in modo che il verso più lungo capiti una volta in orizzontale ed una volta in verticale. Questa tecnica conferisce maggiore stabilità all’aiuola. Riempite gli inevitabili spazi tra due pietre consecutive, con altrettante pietre di dimensioni più piccole, inserendole a mo di cuneo. Per forma e dimensione scegliete quella che meglio si adatta al vuoto che state colmando. I residui spazi tra la costruzione a secco verranno riempiti con normale terreno, che potrebbe fungere da substrato per un’appropriata vegetazione.

Lo spazio delimitato dall’aiuola è pronto per essere lavorato, ossia vangato e fertilizzato, per ricevere la semina o la messa a dimore delle piantine prescelte. Piante della stessa specie ma di colore diverso o di specie diverse, ma accomunate dalle stesse esigenze colturali, per composizione del terreno, esigenze nutritivi, d’irrigazione, esposizione e condizione climatiche.

Aiuole in pietra rialzata.

Al fine di migliorare il drenaggio o assicurare alle piante un substrato diverso per compattezza e fertilità, le aiuole in pietra, entro certi limiti, possono essere rialzate, rispetto al livello originario del giardino. E’ il caso delle piante grasse, che hanno bisogno di un substrato particolarmente drenato o degli oltraggi che necessitano di una concimazione a base di stallatico maturo. Le aiuole in pietra rialzate, oltre all’aspetto funzionale, di cui abbiamo detto, facilitano gli interventi colturali, senza considerare il contributo ornamentale e d’arredo del giardino.

Consigli utili.

Optate per forme quadrangolari più facili da disegnare e realizzare, rispetto a quelle circolari; per un giardino ordinato, realizzate poche aiuole, ma sufficientemente grandi; una volta realizzata l’aiuola, mettete a dimora le piante, senza seguire un ordine geometrico, che non potrebbe che risultare innaturale.

Informazioni Sugli Autori:

Articolo realizzato dalla redazione
Informazioni sulla redazione

MAGAZINE CHI SIAMO CONTATTI
Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie e dichiari di aver letto la nostra Cookie Policy e la Privacy Policy. Per saperne di pi├╣ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy.