Soppalco in vetro

Articolo realizzato dalla redazione
Informazioni sulla redazione

Il soppalco in vetro è la dimostrazione tangibile che, a parte l’obiettivo di incrementare lo spazio calpestabile, oggigiorno il ricorso al soppalco è anche una questione di moda, di tendenza: il soppalco arreda e personalizza la casa.

Il soppalco in vetro, a differenza del soppalco in legno o muratura, rappresenta la massima espressione di una casa modernissima e futuristica. Soppalco squisitamente d’arredo in vetro calpestabile, vetro stratificato, costituito da due o più lastre incollate tra loro a mezzo di sottilissimi fogli adesivi (a sandwich).

Le due o più lastre vengono rese solidale grazie ad una azione combinata di pressione e calore. Sono vetri di sicurezza come quelli dei parabrezza delle auto. In caso di rottura i frammenti restano attaccati alla pellicola che tiene unita le lastre, senza creare danni a cose o persone. Sono vetri di sicurezza, al pari dei vetri antisfondamento, antiproiettile, antintrusione, ai vetri per vetrine, scale e lucernari.

I vetri stratificati, si prestano ad essere lavorati, ossia sagomati e forati per un rapido assemblaggio, nonché decorati e sabbiati. In genere i vetri stratificati calpestabili sono formati da tre lastre di vetro e due fogli plastici di PVB, collaudati per sopportare 300/400 Kg per mq. Lo spessore del vetro, da cui in larga misura dipende il prezzo, è funzione dell’ ampiezza della superficie e del peso da sopportare.

E’ necessario predisporre una struttura portante, in legno o metallo (col vetro sposa bene ovviamente l’acciaio), che consente di fissare una pavimentazione fatta di pannelli di vetro di dimensioni contenute, facendo in modo che gli stessi poggino sulla struttura per l’intero perimetro e per un’adeguata larghezza. Per intenderci, se lo spessore del vetro è di 4 cm, la parte che deve poggiare sulla struttura non deve essere inferiore a 6/7 centimetri, per l'intero perimetro della lastra.

Il soppalco in vetro, con scala e parapetto in vetro e acciaio, indicato per show rooms, sale congressi, musei moderni, ecc., trova applicazione anche in abitazioni modernissime, per creare zone da destinare a studi, salotti, stanza per i bambini, ecc., grazie alla loro eleganza e alla capacità di non rendere opprimente e soffocante l’ambiente sottostante.

Anche se dal punto di vista estetico e funzionale, la struttura ancorata esclusivamente alle pareti, risulta preferibile, per soppalchi particolarmente ampi è consigliabile distribuire il peso tra le pareti ed il pavimento e, quindi, prevedere dei pilastri da sistemare ai quattro angoli del soppalco. Come dicevamo, con la pavimentazione in vetro, sposa bene la struttura realizzata con profilati in acciaio.

E’ da tenere presente che, anche con la tecnica del Fai da te (Soppalco fai da te), per la realizzazione di un soppalco in vetro, risulta indispensabile il contributo di un professionista (geometra, architetto, ingegnere) per i necessari calcoli e le richieste di autorizzazioni.

Informazioni Sugli Autori:

Articolo realizzato dalla redazione
Informazioni sulla redazione

MAGAZINE CHI SIAMO CONTATTI
Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie e dichiari di aver letto la nostra Cookie Policy e la Privacy Policy. Per saperne di pi├╣ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy.