Filo di rafia

Articolo realizzato dalla redazione
Informazioni sulla redazione

Una guida sul filo di rafia, da come si presenta a cosa serve, dove acquistarlo, quanto costa, come e per cosa si usa in giardinaggio.

Caratteristiche del filo di rafia.

Il filo di rafia, lungo mediamente 80 -120 cm allo stato naturale, è una fibra che si ricava dall’omonima palma originaria del Madagascar, presente anche nell’ Africa tropicale, ove vive lungo le rive dei fiumi. Come tutte le piante del genere Raphia è una pianta che nell’arco della propria esistenza fiorisce e fruttifica una sola volta, quando ha raggiunto la maturità (35-45 anni), dopodiché muore, mentre i giovani polloni assicurano la continuazione della specie. Oltre che in giardinaggio, opportunamente trattata viene utilizzata per costruire cordami, borse, tappeti, cappelli, cesti e piccoli accessori per la casa.

A cosa serve e come si usa il filo di rafia in giardinaggio.

In giardinaggio viene utilizzato per legare gli innesti e le piante ai vari tipi di tutori per sorreggerle nonché correggere l’andamento dei rami soprattutto durante i primi anni di vita, essendo la rafia un materiale che non crea ferite nei punti di legatura. In particolare, con riguardo all’innesto a spacco, una volta creato il portainnesto (ossia capitozzato un ramo ed eseguito lo spacco) ed inserito in quest’ultimo la marza dal lato appuntito, si interviene con il filo di rafia umida e si lega il portainnesto (ramo spaccato) cercando di bloccare il più possibile la marza nello spacco. Nell’attività di giardinaggio, sia amatoriale che professione, per le diverse legature delle piante spesso, in alternativa a quello naturale, viene utilizzato la rafia sintetica, generalmente di colore verde, commercializzata in rocchetti. Oltre che per il giardinaggio, la rafia sia naturale che sintetica (quest’ultima di svariati colori) viene utilizzata in oggettistica, per confezionare bomboniere, sacchettini confetti matrimoniali, segnaposti, scatoline rustiche, sottobicchieri, centrotavola, cestini nonché per piccoli imballaggi che richiedono legature.

Quanto costa, dove si acquista, come sceglierlo.

Il filo di rafia naturale viene venduto a peso. Una matassa di 50 gr si può acquistare a circa 2 euro, mentre una di 150 gr a 5 euro circa. E’ un articolo acquistabile, oltre che presso negozi di giardinaggio, anche presso negozi di oggettistica, outlet e hobby. Ai fini della scelta, il filo di rafia deve presentare un andamento irregolare ed una lunghezza prossima o poco superiore a 100-120cm, altrimenti si tratta di filo sintetico, prodotto artificialmente.

Consigli utili.

Al momento dell’acquisto bisogna tenere presente che il filo di vera rafia, quella naturale, non può essere di molto più lungo di 1 metro circa, ne presentare una larghezza uniforme per l’intera lunghezza. In mancanza dei predetti requisiti, ci troviamo di fronte a prodotti realizzati artificialmente. I fili di rafia naturale sono soggetti ad assorbire umidità per cui devono essere conservati in un luogo asciutto.

Informazioni Sugli Autori:

Articolo realizzato dalla redazione
Informazioni sulla redazione

MAGAZINE CHI SIAMO CONTATTI
Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie e dichiari di aver letto la nostra Cookie Policy e la Privacy Policy. Per saperne di pi├╣ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy.