Muri: tipi e materiali

Articolo realizzato dalla redazione
Informazioni sulla redazione

Esistono vari tipi di muri che si differenziano in base al materiale impiegato, alle funzioni cui sono destinati, ai materiali utilizzati ecc. Approfondiamo il tema!

    Indice Articolo:
    1. Caratteristiche
    2. Tipi e materiali

Che cosa sono i muri? Come sono fatti?

I muri sono manufatti dell’edilizia che hanno uno sviluppo verticale con 2 dimensioni (altezza e larghezza) preponderanti rispetto allo spessore che solitamente è contenuto. Si realizzano sovrapponendo ed eventualmente affiancando un gran numero di costituenti elementari che solitamente, ma non necessariamente, sono tutti di eguali forma e dimensione e realizzati con lo stesso materiale. Per dotare poi la costruzione della necessaria stabilità e resistenza alle sollecitazioni, quasi sempre, detti elementi sono legati insieme a regola d’arte con malta idraulica che è una miscela di sabbia, calce, pozzolana ed acqua o sabbia, cemento di Portland ed acqua.

Se il volume di detti costituenti di base, che, come già accennato, hanno spesso forma regolare e costate e solitamente di un parallelepipedo, è inferiore ai 5500 cm3 si parla di mattoni se invece è superiore si parla di blocchi.

I materiali costitutivi possono essere i più vari. Quelli più comuni sono:

La costanza di forma e dimensioni degli elementi costitutivi è una caratteristica spesso necessaria che si rivela particolarmente preziosa nell’erezione del muro, che come si può facilmente immaginare è una realizzazione completamente artigianale, in quanto semplifica e velocizza le operazioni di posa in opera riducendo i costi di mano d’opera.

Il muro potrà poi, una volta edificato essere ricoperto o meno con un sottile strato protettivo/decorativo che è l’intonaco che solitamente è una malta che utilizza sabbia con granulometria molto piccola.

I leganti degli intonaci possono essere svariati e sono scelti in funzione delle caratteristiche che ad esso si intendono trasferire (gesso, calce, cemento, etc). Spesso per esaltarne appunto alcune caratteristiche come ad esempio impermeabilità ed isolamento termico si aggiungono alcuni additivi come cellulosa, resine plastiche, etc.

Tipologie dei muri.

Come per molti manufatti complessi è possibile classificare e diversificare i muri secondo vari criteri nel seguito ne riportiamo alcuni dei più comuni.

In funzione della particolare tecnica con cui sono stati realizzati potremo avere:

Approfondisci cosa sono i muri a secco.

In funzione dei compiti a cui i muri saranno destinati potremo avere:

Puoi approfondire le caratteristiche dei muri portanti.

Approfondisci cosa sono i muri di tamponamento.

In funzione della loro ubicazione potremo avere:

In funzione del materiale con cui sono realizzati gli elementi costitutivi avremo:

Muri in pietra. Sono una tipologia alquanto ampia nel senso che comprende un gran numero di murature tutte realizzate in pietra che però possono differenziarsi tra loro per:

Approfondisci i tipi di muri in pietra.

Muri in blocchi di laterizio o in blocchi di calcestruzzo. Possono essere costruiti con blocchi pieni o forati e con laterizio/calcestruzzo alveolare per aumentare le caratteristiche di isolamento termoacustico. Se si ha necessità di un isolamento termoacustico ancora più elevato possono inserirsi nelle foratura inserti di materiale coibentante.

Informazioni Sugli Autori:

Articolo realizzato dalla redazione
Informazioni sulla redazione

MAGAZINE CHI SIAMO CONTATTI
Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie e dichiari di aver letto la nostra Cookie Policy e la Privacy Policy. Per saperne di pi├╣ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy.