Imbianchino fai da te

Tra i tanti piccoli lavori eseguibili con la tecnica del Fai da Te, la tinteggiatura è ritenuta operazione alla portata di tutti coloro che, dotati di buona volontà e un pizzico di manualità, per qualche giorno vogliono improvvisarsi imbianchino.

Tinteggiatura fai da te.

La cosa che mi sento di dire è che in larga misura il risultato finale dipende dalla preparazione delle pareti, cui dedicare gran parte del tempo.

Attrezzi e materiale necessario: carta vetrata; pennellessa; pennelli di forma e misure diverse (piatto, rotondo, per radiatori); rullo, da usare in alternativa o in aggiunta alla pennellessa; spatole; scaletto o trabattello; pinza; qualche giravite; pittura e secchio.

Operazioni preliminari:

1-Liberate la stanza da tinteggiare, radunando al centro delle stessa i mobili più pesanti e ingombranti. Copriteli con un telo di plastica, che fermerete con la carta adesiva.

2-Togliete le placchette copri presa, rivestite porte e infissi, con giornali e carta gommata, e coprite il pavimento con un telo di plastica. Con queste operazioni preliminari, si preserva il mobilio e si evitano i fastidiosi lavori di pulizia, successivi alla tinteggiatura.

Preparazione delle pareti.

Ipotizzando che le stesse non necessitano di una camicia di stucco integrale:

1-Togliete i chiodini che sostenevano gli accessori appesi alle pareti e con l’ausilio della spatola rimuovete l’eventuale pittura che risultasse scrostata.

2-Utilizzando stucco da muro, otturate i buchi lasciati dai chiodini rimossi e le eventuali spaccature capillari.

3-Carteggiate le parti trattate con lo stucco, una volta che questo risulta completamente asciutto. Il tempo richiesto per asciugarsi dipende dalla zona climatica, dalla stagione, dall’aerazione e dallo strato di stucco più o meno spesso.

4-Spazzolate le pareti con una scopa pulita e passate uno straccio umido, in modo da rimuovere tutti i residui di polvere. A questo punto le pareti sono pronte per ricevere la pittura.

Preparazione della pittura.

Ipotizziamo di utilizzare l’idropittura (si potrebbe optare anche per la tempera). Versatene una parte nel secchio e diluitela con l’acqua, come da istruzioni riportate sulla confezione. Aggiungete l’eventuale colore e, servendovi di un listello di legno, mescolate abbondantemente. Il colore è contenuto in boccettine di plastica, tipo quelle dello smalto per le unghie, da acquistare assieme alla pittura presso un colorista, un negozio di ferramenta, Centri commerciali tipo Leroy Merlin. Fate attenzione che di colore ne servono poche gocce.

Suggerimenti utili:

Informazioni Sugli Autori: Questo articolo è stato realizzato dalla Redazione (Informazioni sulla redazione)

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Potremmo fornire i dati ad istituti di analisi e ai social media. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie (Clicca Quì).
MAGAZINE CHI SIAMO CONTATTACI