Oggi 25 luglio 2014 è in rilievo per la categoria :

Tegole in cotto

Tegole in cotto

Le tegole in cotto donano al tetto un aspetto estetico originale, di qualità, destinato a durare nel tempo.

Le tegole sono manufatti di materiali diversi, quali laterizi, cemento, legno, o altri materiali equivalenti, caratterizzati dalla leggerezza, destinati alla realizzazione di coperture, che perseguono lo scopo di proteggere le costruzioni dagli agenti atmosferici, in particolare dalla pioggia, che in mancanza della copertura finirebbe per comprometterne la stabilità. Tra i vari tipi di tegole, quelle più diffuse nel nostro paese sono i coppi, tegole curve di circa 50 cm di lunghezza per circa 15 cm di larghezza, sistemati per file parallele, alternando rispettivamente una fila convessa con una fila concava. In qualche misura rientrano nelle varie tipologie di tegole quelle fotovoltaiche. Si tratta di tegole realizzate da aziende dedite alla realizzazioni di impianti fotovoltaici, che riproducono fedelmente, per materiale, colore, forma e dimensione le tegole tradizionali, nelle quali vengono incassati in maniera invisibile le celle fotovoltaiche. Si tratta di tegole che, per l’edifico interessato, vanno a sostituire parzialmente quelli esistenti, con le quali si integrano perfettamente. Il laterizio utilizzato per la realizzazione delle coperture risale a civiltà molto antiche, le quali ben presto avvertirono la necessita di proteggere i propri rifugi dalle insidie degli agenti atmosferici.

Qualora come copertura dei fabbricati non siano previsti i tanti desiderati terrazzi, la maggior parte delle case attuali, prevedono le “tegole”, mentre non mancano costruzioni tradizionali e rurali che ricorrono agli intramontabili “coppi”. I tetti delle costruzioni, giocano un ruolo affascinante e fondamentale per il paesaggio delle varie aree geografiche. Con riguardo alle tegole in cemento il mercato ne offre una vasta gamma per tipologie e modelli, con particolare riguardo ai pezzi particolari, in grado di soddisfare qualsiasi esigenza. Di svariati colori, risultano particolarmente indicate per coperture molte estese e con poca pendenza. Presentano una buona resistenza e impermeabilità, sono leggere e di facile lavorazione. Le tegole marsigliese, molto interessanti dal puto di vista estetico, risultano particolarmente indicate per tetti con forte pendenza, che supera il 35/40%. Le tegole portoghesi rappresentano una via di mezzo tra il coppo e la tegola piatta. Ricordiamo, poi, le tegole portoghesi anticate che nonostante il necessario trattamento cui vengono sottoposte, conservano traspirabilità e resistenza agli agenti atmosferici. Le tegole canadesi, unitamente a quelle in terracotta, rappresentano le tegole maggiormente usate. Risultano particolarmente indicate per tetti con grosse pendenze. Trovano, quindi, largo impiego nelle zone di montagna, dove risultano abbondanti pioggia, neve e grandine. Prodotte in vari colori, risultano impermeabili, resistenti agli agenti atmosferici, presentano un buon potere di isolamento acustico. Le tegole fotovoltaiche, sono elementi che devono contemporaneamente soddisfare le esigenze proprie delle coperture (impermeabilità, resistenza agli agenti atmosferici, possedere un adeguato potere termoacustico) e quelle dei sistemi fotovoltaici. Per facilitarne la diffusione, superando i vincoli paesaggistici, la aziende costruttrici si sono impegnate a realizzare sistemi fotovoltaici che si integrano perfettamente nelle coperture esistenti. Più chiaramente, i supporti destinati a ricevere le “celle di silicio” sono stati realizzati rispettando forme, materiali e colori delle tegole o coppi della copertura che dovrà ospitare i sistemi fotovoltaici. Insomma, la cella fotovoltaica è integrata perfettamente nella tegola o coppo. Quindi, senza alterare la continuità del manto di copertura, una parte delle normali tegole o coppi, saranno sostituite con quelle fotovoltaiche, ossia con tegole o coppi che incapsulano le celle di silicio, che non rimangono a vista.

Loading