Tegole portoghesi: scheda tecnica, prezzi e montaggio


Tegole portoghesi: scheda tecnica, prezzi e montaggio

Che cosa sono le tegole portoghesi? Caratteristiche.

Le tegole portoghesi sono manufatti in vari materiali usati per la costruzione di tetti (coperture discontinue di edifici ed abitazioni) che hanno una caratteristica forma: associano alla tipica forma ad onda del coppo una parte piana.

Sul perimetro della tegola portoghese sono presenti delle opportune scalanature e naselli che servono a incastrarla con quella affiancata e con quella sovrapposta nelle operazioni di posa in opera. Gli incastri servono ovviamente ad impedire il loro scivolamento quando, posizionate sul tetto, vengono sollecitate da carichi statici (accumulo di neve) o dinamici (pressioni e depressioni per l’azione del vento). 

Questo suo particolare profilo consente di realizzare coperture che esteticamente risultano molto simili a quelle che si ottengono coi coppi, e che quindi ben si adattano ai vecchi edifici dei centri storici delle nostre città, ma che risultano considerevolmente più leggere.

La differenza di peso tra un metro quadrato di tetto in coppi ed una stessa superficie in tegole portoghesi non è dovuta al diverso peso delle due differenti tipologie di tegole, che anzi è all’incrca lo stesso (intorno a 2,2/2,6 Kg a pezzo), ma al differente numero di elementi necessari a ricoprire un metro quadrato di superficie garantendo una perfetta tenuta all’acqua.

Il coppo, infatti, per affiancare 2 elementi ne richiede un terzo posizionato con la concavità in basso. Le tegole portoghesi invece si affiancano più semplicemente sovrapponendo l’elemento ondulato a quello piano. 

Le dimensioni tipiche di una tegola portoghese vanno dai 40 ai 44 centimetri di altezza per 24, 27 centimetri di larghezza.

Il suo peso medio è intorno ai 2,5 Kg e può raggiungere anche i 3 Kg.

Il materiale con cui, più comunemente, è realizzata è il laterizio ossia l’argilla porosa cotta in forno. Sono però reperibili anche tegole portoghesi in: cemento, plastica, vetro (per illuminare sottotetti), gres porcellanato, etc.

Il colore più tipico delle tegole portoghesi è il rosso ma sono comunemente commercializzate anche nei colori: testa di moro, nero, grigio, rosso tenue. Tipica è anche la finitura con effetto muschio (colorazione a zone per simulare l’invecchiamento e l’azione del muschio).

Le tegole portoghesi vengono vendute, come accade anche per le altre tipologie, insieme ad un buon numero di pezzi speciali che si adattano agli incastri della tegola in questione e che sono indispensabili al completamento della falde di un tetto. Questi pezzi speciali sono: mezze tegole (tegole tagliate verticalmente o orizzontalmente che servono al completamento della falda quando la sua superficie non è un multiplo esatto dell’aria ricoperta dalla sovrapposizione di tegole contigue), colmi, tegole di aerazione (servono a permettere il passaggio dell’aria per la ventilazione del sottotetto che riduce accumuli di umidità), tegole paraneve, tegole per antenne televisive, tegole lucernario (hanno una parte della loro superficie realizzata in materiale trasparente per illuminare sottotetti), etc. 

Scheda tecnica. 

Come per ogni tipologia di tegole anche per quelle portoghesi le loro caratteristiche salienti sono raccolte e certificate dal produttore in una scheda tecnica che le accompagna nel circuito commerciale.

Con i dati desunti da tale scheda e dal costo delle tegole il progettista o più generalmente il cliente riesce ad effettuare la scelta più confacente alle proprie esigenze.

Una scheda tecnica di tegole portoghesi riporta:

  • Nome del prodotto, ditta costruttrice, stabilimento di produzione.

  • Tipologia del prodotto. Ad esempio tegola portoghese con incastri laterale e frontale (vedi figura sovrastante).

  • Materiale con cui è stata realizzata. Solitamente è il cotto, ma abbastanza comune è anche il cemento.

  • Dimensioni della tegola. Le dimensioni standard sono quelle già indicate in precedenza ma alcune aziende hanno anche in catalogo prodotti fuori standard per esigenze particolari.

  • Peso del singolo pezzo. Mediamente è compreso tra i 2,2 ed i 3 Kg.

  • Numero di tegole necessarie per un metro quadrato di copertura. E' compreso, per le tegole di dimensioni standard, tra gli 11 ed i 14 elementi. E' funzione delle dimensioni della tegola e di come vengono effettuate le sovrapposizioni.

  • Peso di un metro quadro di copertura. E’ funzione del peso della singola tegola, delle sue dimensioni e di come vengono realizzate le sovrapposizioni. E’ mediamente compreso tra i 48 ed i 60 Kg.

  • Pendenza minima della falda del tetto. E’ un parametro che stabilisce quale deve essere la minima inclinazione della falda del tetto affinché una copertura realizzata con le tegole in esame garantisca un perfetta impermeabilità. Oltre a detto dato è solitamente anche indicato, sempre in funzione della pendenza, lo spazio di sovrapposizione che deve essere rispettato. Ovviamente detto spazio si riduce all’aumentare della pendenza della falda. Per pendenze del tetto inferiori a quella minima indicata nella scheda tecnica occorrerà realizzare al di sotto della copertura di tegole un manto di impermeabilizzazione.

  • Carico di rottura alla flessione. Ossia la massima sollecitazione ad uno sforzo flettente che la tegola è in grado di sopportare prima di rompersi. Poiché ogni tegola è leggermente differente dalle altre sono indicati tre diversi parametri: il carico di rottura minimo, quello massimo ed il medio. Un valore tipico per una tegola portoghese è di 7000 Newton. Dove il Newton è l’unità di misura della forza nel Sistema Internazionale.

  • Impermeabilità all’acqua. Misura il volume di acqua che la tegola lascia filtrare dopo 2 giorni di esposizione alla pioggia. Come per il carico di rottura sono riportati nella scheda tecnica il valore minimo quello massimo e quello medio. Un valore tipico per una tegola portoghese in laterizio è di 0,08 cm3. La tegola nonostante abbia buone doti di impermeabilità è comunque porosa per assicurare il deflusso del vapor d’acqua che proviene dall’interno dell’edificio.

Istruzioni sull’iter operativo da seguire per la posa in opera delle tegole.

Il primo passo per la posa in opera di tali tegole è la sistemazione della struttura di listelli su cui si poseranno le tegole. I listelli possono essere realizzati in legno, con malta cementizia, in metallo (sono commercializzati dai produttori delle tegole ed adatti al loro montaggio). E’ indispensabile che due file di listelli siano parallele e distanziate di un ammontare pari al passo delle tegole. Inoltre bisogna distanziare i listelli consecutivi di una stessa fila di 3/4 centimetri per rendere possibili le variazioni di lunghezza per dilatazione termica.

Si parte poi per la disposizione delle tegole.

Si inizia sempre dal margine destro in basso della falda del tetto. Si posizionano le prime tre tegole sovrapponendole al bordo superiore con la parte incoppata a destra e poi si continua secondo uno schema diagonale.

Posa in opera delle tegole portoghesi

Le tegole vengono fissate con chiodi di carpentieri o viti ai listelli di legno. Le viti o i chiodi vengono passate nei fori praticati allo scopo sulla tegola.

Terminata le 2 falde si sigilla il tetto con i colmi che vengono bloccati alle ultime file delle tegole con una malta.

Costi delle tegole portoghesi.

Il costo unitario di una tegola portoghese è abbastanza basso e si aggira intorno ai 50/60 centesimi di euro. Va comunque detto che di solito le tegole non vengono vendute a pezzi ma a confezioni che contengono solitamente circa 225 pezzi (dipende dalle dimensioni). Una tale confezione può essere acquistata per un importo che può variare dai 65 ai 100 €. Facendo un po’ di conti si ricava che un mq di copertura in tegole portoghesi di buona qualità viene a costare tra i 4 ed i 6 €.

Ti è piaciuto questo articolo?

Deve migliorare!

Segui Faidate 360:

La Tua Opinione Conta!

Giudica questo articolo:

Deve migliorare!

Segui Faidate 360: