Tavolo fai da te


Tavolo fai da te


Segue una guida pratica sulla realizzazione di un tavolo in legno, da sistemare nell’angolo picnic del nostro giardino o terrazzo, da eseguire in maniera facile ed economica, con le indicazioni dettagliate delle varie fasi di lavoro.

Progetto.

Ipotizziamo di costruire un tavolo in legno 80cm x 140cm alto 80cm. L’impegno non richiede una grande esperienza e manualità, se ci si accontenta di un manufatto semplice, esteticamente grazioso, senza considerare la soddisfazione di realizzare un mobile con le proprie mani. Diamo per scontato che disponiamo di uno spazio (in garage, scantinato, sottotetto, veranda o in un qualsiasi angolo della casa) dove sistemare il nostro tavolo da lavoro, il materiale e gli attrezzi di cui abbiamo bisogno. Attrezzi già in nostro possesso che eventualmente integreremo con qualche altro specifico, in funzione della tecnica di assemblaggio, che potremo prendere in locazione presso un negozio Brico o Fai da te, che offre questo servizio. Infatti, potremmo aver bisogno di un trapano a colonna per lavorare con le frese, per facilitare e velocizzare la realizzazione delle mortase.

Riportate su carta il disegno del tavolo con l’elenco del materiale occorrente e recatevi presso un centro commerciale o negozio di bricolage e fai da te, del tipo Leroy Merlin, attrezzato anche per il taglio del legno. Procurate tutto il necessario, compreso il top, i montanti verticali (piedi) e le traverse orizzontali, che farete tagliare secondo le vostre indicazioni.

Tecniche di assemblaggio.

Prendiamo in considerazione due tecniche di assemblaggio. La prima, meno professionale, ma altrettanto funzionale ed esteticamente valida, più semplice da realizzate, per l’assemblaggio prevede: angolari e viti autofilettanti per fissare i montanti verticali (gambe del tavolo) alle traverse orizzontali (struttura su cui poggia il top), nonché cavicchi (spine in legno) e colla vinilica per fissare il top al resto della struttura. La seconda opzione, più professionale, sia dal punto di vista estetico che funzionale, ma più impegnativa, prevede incastri a tenone e mortasa per assemblare i piedi del tavole alla traverse orizzontali, mentre resta invariato il sistema di fissaggio del top.

Assemblaggio del tavolo con angolari e spinatura.

Attrezzi necessari: tavolo da lavoro; matita; squadra; graffietto; segaccio; trapano avvitatore con punte per legno; mazzuolo; trapano da banco; frese sagomate; scalpello; martello; raspa.

Materiale necessario:1 Top 80cmx140cm x 3cm di spessore in multistrato o legno lamellare; 4 traverse per la struttura orizzontale di appoggio del Top, di cui due 60x15x 3cm di spessore e due 120x15x3cm di spessore; 4 montanti per i piedi del tavolo alti 77cm, sezione 8cmx8cm; 8 angolari 5x5x10cm; viti autofilettanti; 16 cavicchi o spine in legno da 4cm; carta vetrata; colla vinilica.

Materiale necessario per un tavolo faidateProcedimento.

Passo 1: assemblate provvisoriamente le 4 traverse orizzontali, anche con punti metallici da rimuovere in un secondo momento, in modo da creare un telaio rettangolare.Assemblaggio del tavolo passo 1

Passo 2: in ognuno dei quattro angoli del telaio appena assemblato, fissate un piede del tavolo con 2 staffe a "L" (angolari) e viti autofilettanti, dopo averne allineato le testate al bordo superiore del telaio, per evitare difficoltà durante l’operazione di spinatura con la quale fissare il top. Ogni angolare collegherà una delle due facce a vista del piede alla traversa orizzontale con la quale forma l’angolo retto. Gli angolari non creano problemi estetici non essendo a vista.Assemblaggio tavolo passo 2

Passo 3: passate a fissare il top a mezzo della spinatura. Con il trapano munito di una punta elicoidale, dello stesso diametro delle spine, eseguite sulla testata di ognuno dei quattro montanti verticali un foro profondo poco più della metà delle spine, ossia poco più di 2cm. Per evitare errori, munite la punta del trapano dell’anello di controllo della profondità. Distanziate equamente i quattro fori per ogni testata. Inserite nei fori appena praticati i cosiddetti marcatori o tappini muniti di punta.

Poggiate il top sulla struttura assemblata distanziandolo equamente sui quattro lati rispetto alla cornice portante. Esercitate una certa pressione sul top in modo che le punte dei marcatori segnano il top nei punti in cui eseguire i fori simmetrici a quelli già praticati sulle testate dei piedi. 

Assemblaggio tavolo passo 3

Passo 4: girate il top sottosopra ed effettuate i fori nei punti segnati, operando come per quelli già eseguiti in testa ai montanti.

Rimuovete i tappini, spalmate i buchi di colla vinilica e inserire in ognuno di essi la prevista spina in legno, aiutandovi col mazzuolo.

Spalmata la colla vinilica nei fori praticati nel top e sulla parte a vista delle spine di legno e accoppiate il top alla struttura portante, aiutandovi ancora una volta se necessario col mazzuolo.

Assemblaggio tavolo - passo 4

Il tavolo è utilizzabile da subito, ma per poterlo sollevare, impugnandolo da top, lasciate asciugare la colla per almeno 18-36 ore.

Assemblaggio del tavolo con spinatura e incastri a mortasa e tenone.

Volendo ipotizzare un assemblaggio più professionale, fermo restando quanto detto, in quanto compatibile, la differenza sostanziale riguarda l’assemblaggio dei montanti verticali (piedi del tavolo) alle traverse orizzontali, da eseguire con 4 incastro cosiddetti a mortasa e tenone. I tenoni sono da praticare alle estremità delle quatto traverse orizzontali e le mortase, in questo caso non passanti (cieche), alle estremità superiori dei montanti verticali, due per ognuno di essi. Per una guida passo passo per realizzare in maniera semplice i tenoni e le mortase ed incastrarli, vai all’articolo:” giunti a mortasa tenone”.

Ti è piaciuto questo articolo?

Deve migliorare!

Segui Faidate 360:

La Tua Opinione Conta!

Giudica questo articolo:

Deve migliorare!

Segui Faidate 360:

Articoli che potrebbero interessarti:

Fissaggio mensole Fissaggio mensole

Costruire uno sgabello Costruire uno sgabello