Stucco per piastrelle


Stucco per piastrelle


L’articolo riporta utili informazioni sullo stucco per piastrelle dalle tecniche di posa in opera agli scopi per i quali si utilizza, dalla funzione tecnico funzionale a quella decorativa, dallo stucco brillante a quello opaco, da quanto ne serva a quanto costa, da come si presenta a come si prepara.

Caratteristiche e tipologie dello stucco per piastrelle.

Gli stucchi per piastrelle devono essere caratterizzati da un’ottima resistenza agli sbalzi termici (gelo, pavimenti riscaldati) ai prodotti chimici, allo sporco, alle macchie, all’acqua, perseguire una funzione decorativa finalizzata a valorizzare l’aspetto estetico e d’arredo dei pavimenti. Sotto l’aspetto tecnico funzionale devono essere caratterizzati da uno spiccato potere riempitivo e sigillante. Gli stucchi per piastrelle possono essere lucidi o matti, con tonalità che a volta assecondano quelle delle piastrelle a volta creano contrasti e giochi di colori. La composizione dei comuni stucchi per le fughe delle piastrelle prevede: cemento, sabbie e additivi.

Vantaggi e svantaggi.

Vantaggi: se di buona qualità e posato a regola d’arte assicura al pavimento compattezza, aderenza e durabilità; contribuisce a nascondere le irregolarità del massetto, delle piastrelle e della posa in opera; con le varie sfumature di colori contribuisce a migliorare il contributo estetico e d’arredo del pavimento; rispetto ai pavimenti realizzati con elementi autobloccanti, riduce l’emissione di polvere e rende il camminare più confortevole, con meno pericoli di inciampare; conferisce elasticità al pavimento, compensando le inevitabili dilatazioni dovute agli sbalzi termici.

Svantaggi: può diventare un ricettacolo di polvere, assorbire liquidi, cambiare colore, sgretolarsi se non preparato e posato correttamente; spesso con riguardo alle fughe non è facile trovare il giusto equilibrio tra igiene, eleganza e raffinatezza.

A cosa serve lo stucco per piastrelle.

Serve a completare la posa in opera delle piastrelle sia dal punto di vista tecnico funzionale che decorativo. Sotto l’aspetto tecnico-funzionale la stuccatura serve a fissare le piastrelle tra loro e completare e consolidarne il fissaggio al massetto; dal punto di vista decorativo la quasi totalità degli stucchi per fuga sono colorati. Lo stucco posato tra le linee di fuga può accentuare o attenuare il reticolo delle mattonelle a secondo del colore più o meno simile a quello delle mattonelle e dello spessore della fuga. Conferisce al pavimento una spiccata continuità se dello stesso colore delle mattonelle e se le stesse vengono posate molto accostate tra di loro.

Dove comprare e quanto costa lo stucco per piastrelle.

Lo stucco per le piastrelle si compra presso negozi specializzati per materiali edili, ferramenta, centri commerciali, bricocenter, punti vendita attrezzati per il faidate. Una confezione di stucco monocomponente della Kerakoll di 5Kg (Fugabella 2-12) per fughe da 2 a 12 mm viene offerta al prezzo di circa 8,50 euro.

Quanto ne serve.

La quantità di stucco per mq di pavimento da sigillare dipende: dalle dimensioni e dalla forma delle singole piastrelle e quindi dalla lunghezza delle linee di fuga per mq; dalla larghezza delle linee di fuga, ossia dalla distanza lasciata tra le piastrelle; dai vuoti lasciati tra piastrelle e fondo durante la relativa posa in opera. La giusta quantità di stucco tra due piastrelle consecutive serve ad ammortizzare la tensione che si crea tra massetto e rivestimento.

Come si usa lo stucco per piastrelle.

Preparato l’imposto, praticamente liquido, si versa sul pavimento di piastrelle da stuccare. Con l’ausilio di un rastrello in gomma si stende per l’intera superficie da trattare facendo in modo che lo stesso penetri in tutti gli spazi esistenti tra le piastrelle ed il massetto e tra le varie piastrelle (linee di fuga). Prima che asciughi completamente con un panno pelle si provvede a togliere lo stucco in eccesso. Per la definitiva pulizia del pavimento bisogna attendere che le fughe siano perfettamente asciutte.

Informazioni e consigli utili.

Le linee di fuga, oltre a quello estetico, perseguono lo scopo di mimetizzare e minimizzate le inevitabili irregolarità delle piastrelle, del massetto e della posa. Contrariamente a quanto si possa pensare, le piastrelle posate a giunto chiuso, ossia accostate tra di loro, presentano una minore resistenza igienica rispetto alle mattonelle posate a giunto aperto (presenza della fuga) e saldate tra di loro a mezzo dello stucco. Le condizioni climatiche ideali per stuccare le fughe delle piastrelle deve prevedere una temperatura compresa tra i 18 -22 °C ed un grado di umidità prossimo al 60%.

Ti è piaciuto questo articolo?

Deve migliorare!

Segui Faidate 360:

La Tua Opinione Conta!

Giudica questo articolo:

Deve migliorare!

Segui Faidate 360:

Articoli che potrebbero interessarti:

Stuccare Stuccare

stucco in pasta stucco in pasta