Seminare il prato


Seminare il prato


La semina del prato deve essere preceduta dalla preparazione del terreno, operazione che contribuisce in maniera determinate al raggiungimento di un risultato soddisfacente.

La preparazione del terreno deve avvenire alcuni mesi prima del momento della semina, operazione quest'ultima da eseguire durante le stagioni miti, ossia con l'arrivo dell'autunno o della primavera, rispettivamente durante i mesi di settembre-ottobre e marzo-aprile. Sono questi i periodi le cui condizioni climatiche (temperatura e umidità) sono in grado di assicurare ai semi una veloce germogliazione, per un prato compatto e rigoglioso. 

Preparazione del terreno.

Come prima cosa bisogna liberare il terreno da eventuale vegetazione già esistente, manualmente, con la falce fienaia, o avvalendosi di un comune diserbante da reperire presso vivai, negozi di agraria o center garden attrezzati.

La falce fienaia è costituita da una grossa lama ricurva fissata ad un lungo manico, in genere in legno, con il quale forma un angolo retto. Il lungo manico ospita a metà della sua lunghezza una impugnatura a “L”.

 

Liberato il campo da eventuali infestanti, con una zappa o motozappa bisogna vangare il terreno ad una profondità di 15-20cm. Quindi, rompere le zolle, eliminare eventuali sassi, spianare e livellare con l’ausilio di una pala o del rastrello, comuni attrezzi per il giardinaggio.

Scelta del tipo di seme.

A questo punto bisogna scegliere la specie di seme in funzione della destinazione del prato, delle condizioni dell’ambiente (soleggiato, ventilato) e della tipologia di terreno.

Quanti semi occorrono?

Per quanto riguarda la quantità di semi, approssimativamente per realizzare un prato di 20 – 25 mq ne occorrono circa 1 Kg. Per distribuirli in maniera omogenea è opportuno mescolarli in un recipiente con una equivalente quantità di sabbia.

Quando e come seminare?

Come abbiamo già accennato, la primavera e l'autunno rappresentano i periodi ideali per la semina del prato.

Dal punto di vista operativo, bisogna seminare percorrendo l’appezzamento prima in una direzione, poi in quella opposta.

Con l’ausilio di un rastrello, i semi vanno coperti con un leggero strato di terreno, mentre con la vanga o un rullo si comprime il terreno per realizzare una migliore aderenza dei semi al terreno stesso.

Una delicata irrigazione a pioggia completa l’operazione di semina.

Nell’arco di 20 – 30 giorni il prato farà la sua prima comparsa. Quando raggiunge i 10 – 15 cm, si procede al primo taglio. Segue una normale e regolare manutenzione che periodicamente prevede irrigazione, taglio e concimazione del manto erboso (Cura del parato).

Ti è piaciuto questo articolo?

Deve migliorare!

Segui Faidate 360:

La Tua Opinione Conta!

Giudica questo articolo:

Deve migliorare!

Segui Faidate 360:

Articoli che potrebbero interessarti:

Prato sintetico Prato sintetico

Cura del prato Cura del prato