Quanto costa una dia?

Qualcuno mi può dire quanto costa la DIA e da cosa dipende la relativa forbice dei prezzi. A me servirebbe per realizzare un gazebo che devo necessariamente ancorare al suolo. Il giardino che deve ospitarlo è annesso ad una villetta di mare sulla costa ionica, zona particolarmente ventilata.



Risposte:


Scritto da 100001879015313
1266 giorni fa
Il costo complessivo della DIA comprende i diritti di segreteria da pagare al Comune e il compenso del professionista (geometra, architetto, ingegnere) abilitato alla presentazione. I diritti di segreteria variano da Comune a Comune. A scopo esemplificativo: presso il Comune di Bergamo ammontano a 300 euro, se la DIA viene presentata su supporto cartaceo, a 70 euro se la presentazione è telematica; presso il Comune di Caserta ammontano a 100 euro, che diventano 130 per lavori da eseguire in aree sottoposte a vincoli; per il Comune di Venezia ammontano a 116 euro e così via. Il compenso del professionista abilitato dipende dall’entità dei lavori da eseguire. Varia, infatti, il lavoro per il professionista, per la diversa quantità di rilievi, grafici, fotografie, relazioni, ecc. Gli Ordini Professionali dei menzionati professionisti, prevedono mediamente una tariffa minima prossima 300 euro, ma per lavori consistenti, come nel caso di una ristrutturazione totale, impianti compresi, di un grosso appartamento, il compenso lievita abbastanza, in proporzione del valore dei lavori da eseguire. Da parte del professionista sussiste l’onere di seguire i lavori e fare il collaudo alla fine degli stessi. Sicuramente è il caso di contattare più professionisti, optando per quello meno caro, a patto che non si nutrono dubbi sulla professionalità e preparazione del professionista prescelto. In pratica, la forbice dei prezzi è molto ampia, oscilla dai 400-500 euro ai 1000-1300 euro circa, in funzione di quanto abbiamo detto, circa l’entità dei lavori, della piazza, dell’importanza del professionista, ecc. Ti ricordo, che la DIA si ha per accettata trascorsi 30 gg dalla presentazione (silenzio-assenso), trascorsi i quali puoi iniziare i lavori, previa Comunicazione Inizio Attività (CIA) al tuo Comune di residenza. Usa l’accortezza di presentarla per tempo. Una presentazione tardiva, in corso d’opera, comporta un’ammenda di un migliaio d’uro, che diventa di alcune migliaia, se la presentazione avviene a sanatoria, a lavori ultimati.




Rispondi alla domanda:

La Tua Opinione Conta!

Giudica questo articolo:

Deve migliorare!

Segui Faidate 360:

Articoli che potrebbero interessarti:

Muri in pietra Muri in pietra

Scale in muratura Scale in muratura