Oggi 01 novembre 2014 è in rilievo per la categoria :

Potare il limone

Potare il limone

Vediamo come e quando potare una pianta o un albero di limoni facendo attenzione a non danneggiarlo con una operazione fai da te attenta e precisa.
La potatura è una tecnica creata dall’uomo per meglio adattare le piante e gli alberi in genere alle proprie esigenze, esigenze di produzione, con riguardo agli alberi da frutto, ornamentali con riguardo alle piante da arredamento, di sicurezza per le piante che potenzialmente possono rappresentare un pericolo per la propria e l’altrui incolumità. Ovviamente, ciò non toglie che se eseguiti correttamente sono interventi che contribuiscono a fortificare la piante, conferendole un migliore assetto vegetativo ed una maggiore resistenza agli attacchi da parti di malattie e parassiti, allungandone la vita. Si tratta di una serie cadenzata e programmata di interventi che modificano il corso naturale di crescita, fioritura e fruttificazione degli arbusti, piante ed alberi. E’ con la potatura di formazione, seguita da quella di mantenimento che si perseguono esigenze ornamentali, di produzione, protezione e privacy. Con riguardo a queste ultime, è ’ il caso delle siepe che delimitano vialetti e confini, dei filari di alberi che proteggono dagli occhi indiscreti del vicino e dei passanti, delle barriere frangivento che proteggono dagli agenti atmosferici, come il vento, il sole, il caldo. Vari sono le tecniche di potatura, ognuna della quali, da porre in essere nei periodi previsti e con le giuste modalità, persegue obiettivi precisi, quali formare la pianta durante i primi anni di vita, da cui il nome (potatura di formazione), mantenere nel tempo la forma raggiunta (potatura di mantenimento), migliorare e regolare la produzione (potatura di produzione). Gli interventi di potatura si caratterizzano per lo scopo che perseguono e per la stagione in cui vengono posti in essere. Abbiamo al riguardo, interventi cosiddetti di potatura secca e potatura verde (dette anche rispettivamente potatura invernale e potatura estiva), che debbono il nome alla stato vegetativo in cui si trova la piante a fogli caduche nel momento dell’intervento. Con riguardo a questi due ultimi interventi, diciamo che, la potatura secca precede quella verde, ma entrambe vengono eseguite durante una fase di riposo della pianta, rispettivamente durante la pausa estiva e durante il periodo di riposo vegetativo della pianta, coincidente in linea di massima con la stagione invernale. In qualche misura, questi due interventi di potatura perseguono lo stesso fine, ossia eliminare rispettivamente i rami e la vegetazione che non presentano alcuna utilità alla salute della pianta, alla produzione, per gli alberi da frutto, all’aspetto estetico, per le piante ornamentali. Con riguardo agli alberi vetusti, abbiamo la cosiddetta potatura di ringiovanimento che di norma si concretizza con interventi drastici sull’intera chioma della pianta o dell’albero, arrivando alla tanto temuta capitozzatura. Si tratta di intervento che non sempre genera i risultati sperati. Spesso si tratterà di una pianta potenzialmente predisposta a spezzarsi se la nuova vegetazione assume dimensioni e peso sproporzionato rispetto al vecchio tronco. Gli interventi di potatura vanno eseguiti con attrezzi bene affilati, eseguendo tagli netti senza sfrangiature, con lame sterilizzate e disinfettate, provvedendo a trattare i tagli col previsto mastice cicatrizzante, al fine di scongiurare attacchi da parte di parassiti sia di origine animale che vegetale. In particolare, quando si pota interamente un ramo, è necessario lasciare il cosiddetto collare, ossia non eseguire il taglio del ramo lungo la zona di adesione al tronco, ma di distanziarlo leggermente dal tronco. Il collare in qualche misura fa da barriera all’eventuale attacco da parte di parassiti, nonché limita la comparsa di vegetazione indesiderata, purché non sia stata danneggiata la corteccia. Fanno parte della potatura in senso lato, una serie di altri interventi che non prevedono tagli, ma che comunque incidono sul naturale corso della pianta, interventi che spaziano dalla piegatura alla curvatura, dalla scacchiatura alla sfogliatura, dalla cimatura alla spuntatura, e l’elenco potrebbe continuare. In particolare, con la spuntatura viene recisa la punta del ramo con l’obiettivo di irrobustirlo e di stimolare la crescita di nuovi rami lungo il tronco.

Il termine potatura racchiude una serie di interventi sulla pianta, che si concretizzano nella eliminazione di rami e germogli, al fine di modificarne la vegetazione e limitatamente agli alberi da frutta, anche il modo di fruttificare. Sono operazioni che vengono ripetute più volte dalla primavera all’autunno. Vari sono i tipi di intervento a secondo della stagione, del tipo di pianta, dello scopo che si vuole raggiungere. Per gli alberi da frutta, in genere si mira ad accrescere la produzione e renderla più costante nel tempo. A secondo che questa operazione venga effettuata quando la pianta possiede o meno le foglie, si parla di potatura verde e potatura secca. Sinteticamente diciamo che il taglio deve essere netto (la qualcosa agevola la cicatrizzazione della ferita), eseguito subito dopo un nodo. I rami ritenuti inutile vanno eliminati alla base, nella loro interezza. Ricordiamo alcuni dei numerosi interventi che vengono eseguiti con l’operazione di potatura. Ricordiamo la cimatura e la spuntatura, entrambe si concretizzano nel privare il ramo della parte terminale, anche se diversi sono i momenti dell’intervento. La cimatura si esegue d’estate, la spuntatura d’inverno. Il diradamento consiste nel rimuovere fiori, frutti e rami. La sfogliatura, come si evince dalla parola, prevede la rimozione di foglie. La soppressione si concretizza nel taglio netto di un ramo. Ovviamente, l’elenco potrebbe continuare. Esistono poi una serie di interventi che non prevedono tagli, come la curvatura, inclinazione, torsione, piegatura, divaricazione. Per l’operazione di potatura vengono impiegate forbici, sega, anche se negli ultimi tempi sempre con maggiore frequenza trovano impiego le potatrici meccanizzate.

Loading