Posa in opera mattonelle


Posa in opera mattonelle


Guida su come posare le mattonelle su un pavimento preesistente o massetto di calcestruzzo, dalla preparazione e pulizia del sottofondo alla relativa squadratura, dal montaggio delle mattonelle alla sigillatura e pulizia delle linee di fuga.

Come posare le mattonelle.

Ipotizziamo che la posa avviene su un sottofondo costituito da una soletta di cemento dello spessore di 4-5cm, opportunamente tirata con le righe metalliche.

Attrezzi: livella, righello, squadra, matita, cazzuola, spatola dentata, frattazzo, taglia piastrelle, martello di gomma; crocette di plastica (distanziatori); scopa; spazzolone di gomma.

Materiale: mattonelle; collante; cemento per preparare la boiacca.

Iter operativo.

1-Liberate e pulite il sottofondo con la massima cura, servendovi eventualmente di un aspirapolvere e un detergente sgrassante se la posa avviene sul vecchio pavimento. La pulizia deve essere preceduta dalla sistemazione di eventuali imperfezioni che il fondo dovesse presentare. Per poter iniziare la posa delle mattonelle, il fondo deve risultare perfettamente livellato, pulito e senza imperfezioni.

2-Preparato il sottofono, squadrate la superficie da pavimentare. Stabilito la linea di partenza, tracciate due linee perpendicolari tra loro, cui far riferimento per la posa delle mattonelle. Per la posa si può iniziare dalla porta d’ingresso o dalla parete opposta alla stessa. In ogni caso il rivestimento parte con una fila di mattonelle intere, mentre gli spezzoni tra le pareti e l’ultima fila di mattonelle intere verranno posati alla fine. Ricordatevi di mettere a bagno le mattonelle e di bagnare il fondo.

3-Servendovi della cazzuola e della spatola dentata spalmate il collante per una superficie (da ½ a 1 mq) sufficiente per posare 4 – 9 mattonelle per volta, in base alla dimensione delle stesse. Man mano che posate le mattonelle, provvedete a distanziarle con le crocette di plastica e a batterle con il martello di gomma, il manico della cazzuola o con il palmo della mano per farle aderire alla colla per l’intera superficie. Dopo averne posate un certo numero e prima che la colla si indurisca, con l’ausilio del frattazzo di legno e del martello di gomma, provvedete a livellarle facendo riferimento alla corda precedentemente posizionata, controllandone la planarità con la livella a bolla.

4-Completata la posa delle mattonelle intere, passate alla posa degli spezzoni. Per il taglio delle mattonelle ci si serve del taglia piastrelle a rotella o della pinza taglia piastrelle. Per segnare con precisione le linea di taglio, al fine di realizzare gli spezzoni per completare gli spazi tra l’ultima mattonella e il perimetro della stanza, poggiate una prima mattonella sopra l’ultima mattonella posata, facendola scivolare fino alla parete, poggiate sopra la prima una seconda mattonella, facendola combaciare perfettamente con la mattonella posata. Seguendo la seconda mattonella, segnate la prima, eseguite il taglio e posatela tra la parete e l’ultima mattonella intera montata. Ripetete l’operazione fino a completare l’intero perimetro della stanza.

5-Lasciate asciugare la colla per 2-3 giorni, in funzione delle condizioni climatiche, e montate lo zoccolino.

6-Montato il battiscopa, preparate una malta cementizia molto diluita, cosiddetta boiacca, e versatela sul pavimento. Stendetela con una scopa in modo da sigillare gli interstizi tra le mattonelle. Raccogliete la boiacca in eccesso con uno spazzolone di gomma, mentre con la segatura di legno provvedete a pulire il nuovo pavimento. Non vi resta che definire le linee di fuga con un pezzetto di legno opportunamente sagomato. In genere, si utilizza una mezza molletta di legno (la comune molletta per stendere i panni).

Consigli e informazioni utili.

Se la posa avviene a partire dalla porta d’ingresso, ossia indietreggiando, man mano che procedete con la posa createvi una passerella per poter recuperare le mattonelle e la colla di cui avete bisogno e per poter tornare indietro una volta raggiunta la parete opposta alla porta. Per lo scopo utilizzate tavole abbastanza larghe (in modo da distribuire il peso), senza difetti di planarità, da poggiare sulle mattonelle posate. In alternativa, la tavola, se sufficientemente lunga e robusta, può essere poggiata su due mattoni in modo che sovrasti il pavimento.

Ti è piaciuto questo articolo?

Deve migliorare!

Segui Faidate 360:

La Tua Opinione Conta!

Giudica questo articolo:

Deve migliorare!

Segui Faidate 360: