Posa carta da parati: applicazione fai da te, attrezzi necessari e materiali.

L’articolo riporta una guida pratica per la posa della carta da parati, dalla scelta del rivestimento alle operazioni da effettuare per realizzare l’obiettivo.

Posa carta da parati: applicazione fai da te, attrezzi necessari e materiali

Posa della carta da parati: la scelta

La posa in opera della carta da parati rappresenta un lavoro di precisione che può essere tranquillamente realizzato fai da te.

Naturalmente prima di procedere ai lavori occorre scegliere la carta adatta dal momento che in commercio esistono vari tipi di tappezzerie:

  • carta autoadesiva, che basta immergere in acqua fredda e attaccare al muro,

  • carta da parati tradizionale, che necessita di colla da stendere sul recto di ogni striscia,

  • carta in tinta unita

  • carta con disegni

  • carta in vari materiali quali: tessuto, PVC o cellulosa naturale

Per la scelta del tipo deve tener conto, oltre che del gusto personale, anche di alcune considerazioni:

  • la carta di buona qualità è senz’altro più costosa, ma più duratura,

  • la carta a tinta unita è più facile da applicare di quella con disegni che naturalmente devono essere accostati in modo preciso,

  • La carta in tessuto è adatta ad ambienti asciutti ma si stende su pareti perfettamente lisce.E’ di facile manutenzione e mantiene i colori inalterati nel tempo.

  • La carta in pvc è impermeabile e quindi più adatta ad ambienti umidi quali bagno e cucina.

  • La carta in cellulosa mantiene costante la temperatura nell’ambiente, è duratura ma assorbe facilmente l’acqua.

  • Le carte in colori chiari si adattano ad ambienti piccoli, mentre quelle scure ad ambienti più grandi.

Puoi approfondire le caratteristiche e le tipologie della carta da parato.

Applicazione: attrezzi, materiale e posa in opera.

Una volta scelta la carta adatta per la nostra parete vediamo quali sono gli attrezzi e gli altri materiali necessari e come applicarla in modo corretto.

Attrezzi necessari:

  • metro a rotella,

  • riga metallica

  • spugna;

  • secchio in cui preparare la colla;

  • spatole;

  • forbici;

  • taglierino;

  • filo a piombo;

  • spazzole;

  • rulli dritti e conici;

  • pennellessa, per applicare la colla;

  • uno spazioso tavolo da lavoro;

  • scaletto.

Materiale:

  • rotoli di carta da parati;

Quanta carta occorre?

Considerato che la larghezza standard dei rotoli è di 53 cm e lunghezza di 10,05 m, risulta agevole determinare il numero dei rotoli necessari. Infatti, da ogni rotolo si ricavano 3 strisce che consentono di coprire 1,5 m di parete. Facilmente, quindi, si può risalire al numero dei rotoli.

Per ogni stanza da rivestire basta dividere il perimetro per 1,5 per determinare il numero di rotoli.

  • Colla per tappezzeria. Opterete per un adesivo normale in presenza di un parato leggero, un adesivo incolore per un parato sottile e delicato, un adesivo forte per un parato in tessuto, un adesivo fungicida in presenza di un parato impermeabile che può sviluppare muffa.

Posa in opera di una carta tradizionale.

Preparazione della parete:

  • Liberate le pareti dai mobili, quadri e quant’altro,

  • Rimuovete l’eventuale carta da parati esistente con un raschietto dopo averla inumidita con una pennellessa, ripetendo l’operazione per le zone più ostinate.

  • Eliminate eventuali fori con lo stucco, ossia fate in modo che le pareti si presentino lisce e omogenee. Per eliminare gli effetti di eventuali imperfezioni del fondo, soprattutto se si intende applicare una carta da parati particolarmente sottile, si può applicare la cosiddetta foderina che è una carta di preparazione.

Il taglio dei teli:

  • misurate l’altezza della parete da rivestire con un metro

  • Tagliate con il cutter, aiutandovi con la riga metallica, il rotolo di carta a strisce di una lunghezza di 5-6 cm superiore all’altezza delle pareti, in modo da rendere possibile la rifilatura al soffitto e sul battiscopa (assicuratevi che la tolleranza di 5- 6 cm risulti sufficiente al rispetto di eventuali disegni).

Applicazione della colla:

  • preparate l’adesivo sciogliendo la polvere o le scaglie nell’acqua, utilizzando il secchio secondo le proporzioni riportate sulla confezione.

  • Poggiate la striscia su un tavolo da lavoro (potete stendere più strisce una sull’altra con il verso della carta rivolta verso il tavolo). Con la pennellessa stendete l’adesivo sulla prima striscia, procedendo dal centro verso l’esterno. Mettete la colla su una metà della striscia e ripiegatela su se stessa. Passate a stendere la colla sull’altra metà, procedendo sempre dal centro verso l’esterno. Per velocizzare il lavoro, preparate due o tre strisce per volta.

Applicazione della carta alla parete:

  • con l’aiuto del filo di piombo, tracciate una linea verticale sul muro, per posizionare la prima striscia senza commettere errori. E’ importante prestare massima cura alla posa della prima striscia perchè da questa dipende la precisione di tutte le altre. Stabilito il punto da cui partire, poggiate la striscia di carta sul muro, accostatela alla linea verticale che avete tracciato, e, utilizzando il palmo della mano, una spazzola, il rullo o uno straccio, fatela aderire alla parete, partendo dal centro della stessa e procedendo versi i bordi laterali.

  • Attaccate alla parete la metà superiore della striscia, procedendo con la spazzola dall'alto verso il centro e poi la seconda metà procedendo dal centro verso il basso. Passate sulla striscia più volte in modo da eliminare le bolle d'aria

  • Incollata la prima striscia, proseguite con i teli successivi avendo sempre come riferimento l'ultima striscia posata. Le strisce prive di margini possono essere affiancate o sovrapposte di qualche millimetro a quelle precedenti. Quelle munite di margini vengono posate con la cosiddetta tecnica di sovrapposizione in base alla quale il margine viene tolto da un solo lato che viene sovrapposto al margine della striscia precedente. Se la carta presenta dei disegni, fateli combaciare perfettamente tra di loro nelle giunture.

.Eliminazione del rifilo:

  • passate con il dorso delle forbici sullo spigolo del battiscopa e nell’angolo parete-soffitto e con il cutter rimuovete la carta in eccesso.

Consigli e informazioni utili.

  • In prossimità di prese o interruttori sporgenti lasciateci cadere sopra la striscia di carta e con il taglierino eseguite un taglietto a mo di croce e rifilate lungo il perimetro.

  • Se invece le prese sono ad incastro, dopo l’incisione a croce, ripiegate gli spicchi di carta all’interno della cassetta prima di fissare il copripresa,;

  • Se non è possibile o opportuno rimuovere i termosifoni, dopo aver praticato dei tagli in corrispondenza dei tubi fate scivolare la carta dietro gli elementi,

  • Applicate i parati preferibilmente nei mesi primaverili o estivi in modo che la colla asciughi più facilmente.

Come eliminare eventuali difetti della tappezzeria.

  • Se si formano delle bolle di aria, dopo averle bucate con un ago, con una normale siringa iniettate un po’di adesivo, quindi, spianate la zona interessata.

  • Le macchie vanno eliminate con acqua e sapone neutro se la carta è lavabile o con una gomma di pane se si tratta di una macchia di unto.

Supervisore: Giuseppe travaglione
Approfondimenti:

Indice:

La tua Opinione!

Giudica questo Articolo:

Approfondimenti:

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Fai da te 360, non mostrare più questo box.