Pittura lavabile


Pittura lavabile


Guida all'utilizzo della pittura lavabile, compresa di descrizione delle caratteristiche e della tipologia del prodotto, delle indicazioni su dove reperirla e quanto pagarla e dei consigli su come utilizzarla al meglio e come conservarla dopo l'uso.

Caratteristiche e tipologie pitture lavabili.

La pittura lavabile è un tipo di pittura che può essere tranquillamente lavata con acqua e detersivo dopo circa due settimane dall’applicazione. E’ disponibile in confezioni dai 2 ai 15litri in diverse tonalità di colore, che risulta opaco una volta asciugato ma molto coprente e uniforme. Eventualmente sono disponibili anche pitture lavabili bianche cui si può aggiungere il pigmento desiderato. Copre perfettamente intonaci, muri e legno e può essere applicata sulle superfici interne od esterne sia già verniciate sia da tinteggiare per la prima volta. Generalmente va diluita con acqua, secondo le proporzioni indicate sulla confezione ed è facile da applicare con il rullo o il pennello. Esistono prodotti inodore o profumati con diverse essenze alla frutta.

A cosa serve e dove utilizzarla.

La pittura lavabile è un tipo di materiale specifico per tinteggiare le superfici porose esterne ed interne di ambienti che si sporcano con facilità come cucine, bagni o aule scolastiche. E’ invece sconsigliata per superfici esposte alla luce solare diretta o a forti venti, piogge e gelate. Per ottenere buoni risultati la temperatura dell’ambiente di lavoro deve essere compresa tra i 5 e 35 gradi.

Come si usa.

Se dovete trattare una parete già intonacata, bisogna prima grattare via il vecchio intonaco con carta abrasiva ed eliminare ogni residuo di polvere e poi passare alla tinteggiatura. Se la parete è alla sua prima tinteggiatura potete iniziare direttamente a lavorare. Prima di tutto bisogna procurarsi dal ferramenta un rullo, una griglia, un pennello grande ed un secchio capiente. Nel secchio si diluisce la pittura con acqua seguendo le dosi consigliate sulla confezione che cambiano a seconda della marca.

In alternativa, potete controllare la densità della pittura aggiungendo gradualmente dell’acqua alla pittura con una bottiglia e mescolando con il pennello. La densità giusta è assolutamente priva di grumi e liquida, per permettere al rullo di impregnarsi con facilità, ma non così tanto da rendere impossibile ottenere un risultato coprente. Intingete il rullo nella pittura diluita e poi fatelo scolare su una griglia esercitando una leggera pressione per eliminare il liquido in eccesso. A questo punto fate scorrere il rullo sulla parete, coprendo ogni zona della parete ed evitando di ripassare due volte sullo stesso punto. Gli angoli e le rifiniture possono essere tinteggiate con un pennello. Una volta completato il lavoro bisogna aspettare che la pittura si asciughi. In media occorrono 24 ore e poi si può procedere all’applicazione di una seconda mano di prodotto.

Vantaggi e svantaggi della pittura lavabile.

I vantaggi della pittura lavabile sono molti: è facile da reperire e non ha un costo eccessivamente alto, inoltre è facile da maneggiare e si lava via facilmente con acqua da tutte quelle superfici che non si volevano pitturare, come mobili e pavimenti. Lo svantaggio sta nel fatto che, se non si è acquistato un prodotto ottimo, la pittura tenderà a venire via appena si proverà a lavarla. E’ possibile provare la resistenza della pittura su un angolino nascosto della parete, per vedere se il detersivo che si utilizza è troppo aggressivo.

Quanta ne serve.

La resa è molto buona: in media per due mani di pittura si consuma circa 1lt per 6-7 mq.

Quanto costa, dove comprarla, consigli per gli acquisti.

La pittura lavabile si compra presso negozi specializzati in hobbistica, dal ferramenta o nei grandi magazzini nel reparto fai da te ad un prezzo di 5-7 € a litro per un prodotto mediamente buono, prezzo che per alcune marche può superare i 10 euro a litro.. Al momento dell’acquisto scegliete le marche più famose anche se dovessero costare qualche euro in più, per evitare spiacevoli sorprese quando andrete a lavare per la prima volta il muro.

Consigli utili.

Una volta terminato il lavoro bisogna sigillare bene il prodotto non diluito che si conserva in luogo fresco ed asciutto per circa 1 anno e mezzo. La pittura lavabile si deteriora se viene esposta al gelo. Gli attrezzi utilizzati per tinteggiare vanno lavati appena terminato il lavoro con acqua calda.

Ti è piaciuto questo articolo?

Deve migliorare!

Segui Faidate 360:

La Tua Opinione Conta!

Giudica questo articolo:

Deve migliorare!

Segui Faidate 360:

Articoli che potrebbero interessarti:

pittura antimuffa pittura antimuffa

pitture ai silicati pitture ai silicati