Oggi 26 ottobre 2014 è in rilievo per la categoria :

Posa in opera delle perline

Posa in opera delle perline

La posa in opera delle perline in legno o PVC, tipica operazione degli amanti del Fai da te, può avvenire con incollaggio direttamente sulle pareti o fissando le perline con chiodi o clips sui listelli opportunamente fissati alle pareti con viti e tasselli. Segue una breve guida informativa e pratica.
L’impiego delle perline in legno o delle perline PVC persegue finalità sia funzionali che estetiche. Le perline in legno perseguono essenzialmente l’obiettivo di creare ambienti che mirano al benessere, ambienti caldi e familiari, i classici e tradizionali focolari domestici, mentre le perline in PVC rappresentano il giusto equilibrio tra esigenze estetiche ed esigenze funzionali, sia per ambienti interni che esterni. In particolare, trovano impiego in presenza di ambienti umidi, ambienti dove sono presenti vapori e umidità, come l’ambiente bagno, l’ambiente cucina, ambiente interrati o parzialmente interrati, tavernette, scantinati, piscine, saune. Il mercato offre perline di varie materiali, come il legno e il PVC, e di varie misure, con uno spessore tra i 10 ed i 40 mm circa, una larghezza tra i 100 ed i 150mm, mentre la lunghezza varia dai 2 ai 5 metri circa. Le perline per l’intera lunghezza sono sagomate a femmina e maschio, la qualcosa assicura una facile e precisa posa in opera. Anche se possono essere fissate alla parete a mezzo incollaggio, in genere si preferisce fissarle avvalendosi di una struttura di sostegno, fatta di listelli di legno, che vengono fissati alle pareti con i comuni tasselli e viti. Questo sistema di posa in opera, assicura una certa aerazione della precedente parete in muratura. Le perline in PVC o in legno opportunamente trattate vengono impiegate anche per l’esterno.
Loading