Mattoni autobloccanti


Mattoni autobloccanti


Guida informativa sull’utilizzo dei mattoni autobloccanti, dalla descrizione delle caratteristiche che li rendono materiali ideali per la costruzione di strade, viali o pavimenti esterni particolarmente esposti al traffico ai consigli su come effettuare la messa in opera.

Caratteristiche e tipologie mattoni autobloccanti.

I mattoni autobloccanti hanno scanalature create appositamente per incastrare un mattone con l’altro senza bisogno di collanti o cementi, in modo da avere un risultato finale compatto e solido. Esistono mattoni autobloccanti di varie dimensioni, misure e colori, adattabili ad ogni tipo di terreno e in vari materiai, dall’argilla al cotto, dalle pietre naturali al calcestruzzo. Questo tipo di mattoni sono molto durevoli nel tempo e resistentissimi, ed infatti possono essere utilizzati anche per pavimentazioni urbane che prevedono il passaggio di auto, pullman e persino camion. Alcuni mattoni sono trattati in modo da assumere proprietà antiscivolo ed antigelo. Infine non temono pioggia, vento né sole battente.

Vantaggi e svantaggi.

In caso di necessità i mattoni autobloccanti hanno il vantaggio di poter essere tranquillamente sbloccati e riposizionati in altro ordine o riutilizzati per la realizzazione di un lavoro completamente diverso, su qualsiasi tipo di terreno.

Altro vantaggio è la presenza sul mercato di tantissime tipologie di mattoni diverse per ogni esigenza architettonica e stile: esistono infatti mattoni autobloccanti in stile classico o moderno,ma anche country ed anticato. Infine, poiché non prevedono l’utilizzo di collante, cemento o altre materiale per la messa in opera, permettono un notevole risparmio sia sulla manodopera sia sui materiali.

A cosa servono i mattoni autobloccanti  e dove si utilizzano?

I mattoni autobloccanti vengono utilizzati per la realizzazione di pavimentazioni esterne o marciapiedi aperti anche al traffico veicolare, ma anche per piazzali e vialetti.

Quanto costano, dove comprarli.

E’ possibile acquistare i mattoni autobloccanti presso negozi di materiali edili o anche in internet su siti specializzati ad un prezzo di circa 20€ al mq.

Come si usano?

Prima di tutto bisogna decidere lo stile della pavimentazione o del marciapiede che si vuole realizzare e comprare i mattoni autobloccanti più adatti. Il primo passo da effettuare è realizzare i cordoli del pavimento o i muretti della strada che serviranno per bloccare i mattoni ed evitare che si sblocchino autonomamente. Questi cordoli o muretti perimetrali devono essere fissati a terra con malta cementizia. A questo punto si prepara un fondo di sabbia fine spesso circa 4cm. Adesso è possibile cominciare a posizionare ed incastrare accuratamente i mattoni come se fossero i tasselli di un puzzle. Una volta completato il lavoro di incastro, sopra la pavimentazione si dovrà spargere con una scopa della sabbia fine ben asciutta per riempire bene tutte le intercapedini tra i mattoni ed avere un lavoro solido ed omogeneo.

Ti è piaciuto questo articolo?

Deve migliorare!

Segui Faidate 360:

La Tua Opinione Conta!

Giudica questo articolo:

Deve migliorare!

Segui Faidate 360:

Articoli che potrebbero interessarti:

Mattoni forati Mattoni forati

Mattoni di cemento Mattoni di cemento