Librerie in cartongesso


Librerie in cartongesso


Segue una guida su come costruire una libreria in cartongesso con la tecnica del fai da te, dagli attrezzi al materiale necessario, dalla struttura portante al tamponamento della stessa, alle operazione di finitura.

Il cartongesso: caratteristiche, successo, utilizzi.

Dagli anni ’60 in poi, epoca in cui il cartongesso arriva in Italia dagli Stati Uniti, dove era stato inventato, ha visto aumentare man mano gli utilizzi, grazie alle sue caratteristiche tecniche, come la lavorabilità, versatilità, leggerezza, economicità, semplicità di posa in opera, che hanno fatto del cartongesso uno dei materiali maggiormente impiegati nel settore dell’edilizia leggera, dalle pareti divisorie, alle controsoffittature alle contro pareti, tanto utili ed efficaci per rifinire ed isolare muri imperfetti e malsani.

A questi utilizzi iniziali, propri delle opere murarie tradizionali, altre se ne sono aggiunte nel settore dell’arredamento, dalle cabine armadio in cartongesso alle pareti attrezzate in cartongesso, dagli archi alle colonne in cartongesso, dalle mensole alle librerie in cartongesso e così via, sebbene il mercato offre tante soluzioni con elementi componibili e modulari in materiale e costi diversi.

Il successo delle librerie in cartongesso, come del resto per tutti i restanti elementi di arredo in cartongesso, va ricercato nella possibilità di realizzare in maniera economica un qualcosa di funzionale, ma che nello stesso tempo arreda in maniera esclusiva e originale, personalizzando l’ambiente. A lavoro ultimato, la libreria in cartongesso finirà per diventare un qualcosa che sembra essere nato con l’ambiente e non aggiunto allo stesso, al pari di tutte le opere in muratura, tipo una nicchia, un pilastro, una rientranza, elementi che nascono con la casa.

 Il mercato ha preso coscienza di questo grande interesse per gli elementi d’arredo realizzati in cartongesso, per cui sono sorte ditte specializzare che realizzano queste opere su progetti del committente o mettendo a disposizione propri professionisti disegnatori e arredatori, pronti a trovare la soluzione che per funzionalità e gusto meglio risponde alle esigenze del cliente. Ciò non toglie che per i fai da te con una certa esperienza in assemblaggio e muratura leggera, la libreria in cartongesso possa essere realizzata con le proprie mani.

 

Costruzione di una libreria in cartongesso con la tecnica del fai da te.

Come per tutte le opere in cartongesso, la tecnica di costruzione prevede una struttura di profili metallici zincati, da tamponare con pannelli di cartongesso opportunamente dimensionati, stuccare, carteggiare e pitturare.

Progetto: la prima cosa da fare è approntare un disegno, in funzione dello spazio a disposizione e della quantità e tipologia di libri che la libreria dovrà ospitare, in modo da stabilire la profondità della stessa, l’altezza e la grandezza dei vani. Oltre le motivazioni già richiamate, scopo della libreria in cartongesso è quello di realizzarla su misura dei libri che dovrà contenere, opportunamente divisi per argomenti e formato.

Attrezzi: seghetto con lame per ferro per tagliare i profili; taglierino per cartongesso; matita; riga; squadra; metro; trapano avvitatore; livella; punte per muratura per fissare la struttura alla parete a mezzo tasselli; spatole; carta vetrata; pennellessa. Si tratta dei comuni attrezzi presenti in tutte le cassette dei fai da te.

Materiale necessario: pannelli in cartongesso; profili metallici zincati per cartongesso; viti per assemblare la struttura portante; viti per fissare i pannelli di cartongesso alla struttura; stucco; carta vetrata; pittura.

Iter operativo:

  • La prima cosa da fare, disegno e calcolatrice alla mano, è stabilire le quantità, rispettivamente in ml e mq dei profilati e dei pannelli di cartongesso da acquistare. Per la ferramenta necessaria all’assemblaggio della struttura metallica e dei pannelli alla stessa, ci viene incontro il personale di uno dei tanti Punti Fai da te, tipo Leroy Merlin. Per l’acquisto dello stucco, carta vetrata, pittura e tasselli, necessari per fissare la struttura alla parete, bastiamo da soli.
  • Quando abbiamo tutto il necessario a disposizione, attrezzi e materiale, seguendo il progetto, iniziamo con il tagliare i profili metallici, quindi, passeremo ad assemblare la struttura portante, che fisseremo alla parete con tasselli di grandezza adeguata, tipo diametro 12mm x 80mm di lunghezza, nel rispetto dello spessore della parete.
  • Una volta fissata la struttura portante alla parete, la tamponiamo con i pannelli di cartongesso, opportunamente dimensionati.
  • Non resta che stuccare l’intera struttura, in particolare le giunture tra i pannelli, utilizzando le apposite strisce di fibre di vetro, per evitare la successiva comparsa di spaccature capillari, carteggiare, una volta che lo stucco risulta completamente asciutto, e tinteggiare.

Se la parete non risulta impegnata completamente, in qualsiasi momento la nostra libreria potrà essere ampliata.

Va da se che le librerie in cartongesso rappresentano l’ideale per sfruttare al meglio vani già esistenti, che tra l’altro consentono di semplificare il lavoro.

Supervisione: Giuseppe Travaglione

Ti è piaciuto questo articolo?

Deve migliorare!

Segui Faidate 360:

La Tua Opinione Conta!

Giudica questo articolo:

Deve migliorare!

Segui Faidate 360: