Cemento siderurgico


Cemento siderurgico


Le principali materie prime da cui trae origine il cemento sono l’argilla ed il calcare, materie prime di origine naturale. Il cemento risulta essere, pertanto, un prodotto della natura che trae origine dalla pietra (argilla, calcare) e dal fuoco, per ottenere il c.d. clinker. Lle materie prime opportunamente miscelate ed integrate con specifici additivi, vengono portate alla temperatura di circa 1500°, avvalendosi di appositi forni.

I cementi esistenti si distinguono per la loro composizione chimica e quindi per le loro proprietà di resistenza e durevolezza, in linea con lo specifico impiego cui sono destinati.

Il cemento c.d. siderurgico presenta una particolare resistenza agli agenti atmosferici. E’ la composizione chimica ad attribuire al prodotto specifiche caratteristiche, in questo caso la particolare resistenza. Il cemento siderurgico altro non è che un normale cemento Portland al quale viene aggiunto cenere di carbone o scorie di fonderia (da cui il nome “cemento siderurgico).

Circa la composizione chimica di questo cemento, è da notare che i materiali che vengono aggiunti (cenere di carbone e scorie di fonderia) raggiungono quantità percentualmente rilevanti, fino al 70-80%. Come il cemento pozzolanico è particolarmente resistente alle acque aggressive.

Ti è piaciuto questo articolo?

Deve migliorare!

Segui Faidate 360:

La Tua Opinione Conta!

Giudica questo articolo:

Deve migliorare!

Segui Faidate 360:

Articoli che potrebbero interessarti:

Cemento armato e calcestruzzo Cemento armato e calcestruzzo

Cemento bianco Cemento bianco