Cemento a presa rapida


Cemento a presa rapida


Tra i vari tipi di cemento  in commercio, quello a “presa rapida” è sicuramente il più noto,  usato non in grandi quantità,  ma da un numero grande di utenti. Infatti, come si evince dal nome,  una volta impastato ha la caratteristica di essiccarsi in brevissimo tempo, senza perdere le proprietà di resistenza e durevolezza.

Composizione e preparazione del cemento a presa rapida.

Gli elementi che entrano a far parte della preparazione del cemento rapido sono cemento in polvere e acqua, nella proporzione 2 a 1, ossia 2 parti in volume di cemento e 1 d’acqua. 

Per la materiale preparazione della malta versare nel contenitore la parte d’acqua, quindi lasciare cadere a pioggia poco per volta il cemento in polvere, mentre con la cazzuola si procede con l’impasto fino ad ottenere una malta omogenea e senza grumi. 

In considerazione delle velocità con la quale si indurisce, il cemento rapido va preparato in piccole dosi, possibilmente in un contenitore di plastica per facilitare la rimozione dei residui non utilizzati perché diventati duri ed in ogni caso per rendere agevole la pulizia del secchio al termine del lavoro.  A parte il secchio per muratore in plastica, esistono contenitori specifici a mo di scodella, in plastica non particolarmente rigida, dalla quale risulta veramente agevole rimuovere la malta residua, diventata dura,  basta schiacciare tra le mani il piccolo contenitore.

Tempi di essiccazione.

Una volta preparato, l'operatore ha a disposizione mediamente dai 3 ai 4 minuti circa per utilizzare l'impasto, ma perché la malta raggiunga il completo indurimento potrebbe essere necessario che passi circa un mese, anche se nel giro di una decina di giorni la resistenza alla pressione raggiunge il 70-80%. Esistono, però, tipi di “cementi rapidi” che completano l’indurimento in solo 8-10 giorni.

Stante la caratteristica di solidificarsi con eccessiva rapidità, non si presta per le grandi gettate. Può essere usato da solo o con l’aggiunta di sabbia.

Utilizzi: piccoli lavori di fissaggio e riparazioni a strutture murarie.

Il cemento rapido è indicato per piccole riparazioni, ma più in particolare per lavori di fissaggio, la qualcosa rende possibile accelerare molti lavori delle ristrutturazioni, come:

  • fissare tubature e igienici;
  • accomodare spigoli;
  • fissare cassette per impianto elettrico e TV;
  • fissare telai di infissi e bussole, ecc;
  • fissare le zanche, sostegni particolari, utilizzate in alternativa dei tasselli ad espansione, in presenza di murature vetuste che non sopportano le sollecitazioni generate dall’espansione del tassello;
  • bloccare i tradizionali tasselli non più in grado di assicurare una efficiente tenuta, a causa del deterioramento del muro che li ospita, ecc. 

Un prodotto  di grande aiuto, nel “fai da te”.

Raccomandazione:

Considerati i tempi ristretti di cui si dispone per l’utilizzo della malta di cemento a presa rapida, prima di procedere all’impasto bisogna disporre di tutto il necessario, dagli attrezzi alle eventuali strutture da fissare, per procedere senza indugio all’intervento programmato. 

Supervisione: Giuseppe Travaglione

Ti è piaciuto questo articolo?

Deve migliorare!

Segui Faidate 360:

La Tua Opinione Conta!

Giudica questo articolo:

Deve migliorare!

Segui Faidate 360:

Articoli che potrebbero interessarti:

Cemento armato e calcestruzzo Cemento armato e calcestruzzo

Cemento bianco Cemento bianco