Cemento pozzolanico


Cemento pozzolanico


La base del cemento pozzolanico è la pozzolana, una cenere vulcanica molto sottile che si produce nelle zone vulcaniche, in particolare a Pozzuoli, comune della provincia di Napoli, cui deve il nome.

La composizione di questo tipo di cemento è costituita per circa il 50-65% dal Clinker Portland, mentre la pozzolana può raggiungere circa il 40%, con l’ aggiunta di gesso nella percentuale del 2-3%.

Gettato con apposite tubazioni, per non disperderlo in acqua, questo speciale tipo di cemento ha reso possibile la realizzazione di opere sottomarine. Poiché non produce molto calore, la gettata di cemento pozzolanico risulta indicato per la realizzazione di grandi opere in luoghi caldi, opere destinate a durare nel tempo.

Le proprietà di questo tipo di cemento variano in funzione della composizione, in particolare della quantità di pozzolana che può essere presente con una percentuale che va dal 10% ma che può raggiungere, come abbiamo già detto, anche il 50-60%.

Presenta una buona resistenza agli attacchi chimici ed una ottima capacità di ritenzione d’acqua che lo rende particolarmente indicato nella realizzazione di opere marittime e portuali, lavori stradali con particolare riguardo alle gettate di calcestruzzo nelle gallerie e per il consolidamento di dissesti geologici.

Ti è piaciuto questo articolo?

Deve migliorare!

Segui Faidate 360:

La Tua Opinione Conta!

Giudica questo articolo:

Deve migliorare!

Segui Faidate 360:

Articoli che potrebbero interessarti:

Cemento armato e calcestruzzo Cemento armato e calcestruzzo

Cemento bianco Cemento bianco