Aria nei termosifoni


Aria nei termosifoni


L'aria nei termosifoni è forse la più frequente causa di una carenza di riscaldamento nelle abitazioni. L’aria che si forma lungo l’impianto di riscaldamento tende a ristagnare nei termosifoni non consente infatti un riscaldamento omogeneo dell'elemento e talvolta provoca rumori e gorgoglii.

Come eliminare l'aria?

La necessaria eliminazione deve essere eseguita a caldaia spenta, dopo aver aumentato la pressione dell’impianto fino a 2.0 atmosfere circa, agendo sul rubinetto che regola l’afflusso dell’acqua fredda alla caldaia. Dopo questa operazione è possibile fare lo spurgo dei singoli radiatori che si trovano nei vari appartamenti.

Passo 1 

Aprite  le manopole di tutti i radiatori girandola in senso antiorario. 

Passo 2  

Aprite la valvola di sfiato dei singoli  termosifoni che si trova sul lato opposto a quello della valvola. Fate uscire l’aria fino a quando non esce solo acqua, quindi chiudere con delicatezza la valvola di sfiato. Ripetere l’operazione per tutti i radiatori.

Passo 3 

Portare la pressione segnata dal manometro di nuovo al valore iniziale, agendo sulla valvola di sfiato della caldaia.

Le bolle d’aria nell’impianto di riscaldamento e quindi nei radiatori si formano quando non vi è il giusto equilibrio tra l’acqua fredda che affluisce alla caldaia e quella calda viene utilizzata. In presenza di questo inconveniente la parte alta dei radiatori rimane fredda.

Trascorso qualche giorno dall’intervento è opportuno verificare se tutti i radiatori riscaldano nella loro interezza, potrebbe essere necessario ripetere l'operazione. Se ciò nonostante, qualche termosifone continua a riscaldare parzialmente, procedete nel modo seguente:

    • chiudete momentaneamente le mandate ai restanti termosifoni, lasciando aperta sola quella che fa capo al termosifone che non riscalda correttamente;
    • spurgate nuovamente il termosifone mal funzionante, usando l’accortezza di far uscire, oltre all’aria, una certa quantità d’acqua, in modo che l’eventuale bolla presente nel circuito raggiunge il termosifone e fuoriesce dalla valvolina di sfiato;
    • non appena il termosifone riscalda completamente, è il momento di riaprire le mandate degli altri termosifoni.

Qualora l’inconveniente non dovesse risolversi, è opportuno analizzare l’intero impianto che potrebbe presentare perdite nascoste. Per quello che mi risulta, e l’operazione è perfettamente riuscita, a casa mia ho operato solo sulle valvole di sfiato dei singoli radiatori situati nel mio appartamento (situato, però, al primo piano), senza intervenire sulla caldaia.

Supervisione: Giuseppe Travaglione

Ti è piaciuto questo articolo?

Deve migliorare!

Segui Faidate 360:

La Tua Opinione Conta!

Giudica questo articolo:

Deve migliorare!

Segui Faidate 360:

Articoli che potrebbero interessarti:

Costo termosifoni Costo termosifoni

Calcolo termosifoni Calcolo termosifoni