Alberi da giardino.

Alberi da giardino

Quando si parla di giardino e giardinaggio il nostro pensiero corre alle piante, ai fiori, al compostaggio, al gazebo, alla piscina, al barbecue. In realtà, se si dispone di un discreto o grande giardino perché non pensare ai veri alberi, che accompagnano più generazioni, in modo da poter dire: “questo lo ha piantato il nonno di mio padre”.

La scelta di un albero risulta condizionata dallo spazio a disposizione, dalle preferenze, senza perdere di vista le condizioni climatiche, l’esposizione del giardino, il tipo di terreno. In linea di massima si può optare per alberi da frutta, per i sempreverde, quelli che durante l’inverno perdono le foglie, dopo che le stesse con i tanti colori hanno dato al giardino un tocco di romanticismo.

Se non si dispone di uno spazio molto grande la scelta dovrà cadere necessariamente su quegli alberi che fanno registrare una crescita molto lenta e che contengono la loro altezza entro i 4 – 5 metri.

Come albero da frutta, mi vengono in mente l’albero di cachi, il fico, il melo, l’albero di pero, e perché no l’albero di ulivo. L’eventuale presenza di acqua nell’ambito del giardino, potrebbe suggerire piante come il salice, le canne di bambù, piante che non temono l’umidità. E’ chiaro che in assenza di problemi di spazio va bene qualsiasi albero, compatibile con le condizioni climatiche, di esposizione e di terreno. Mi vengono in mente i maestosi alberi di quercia, di faggio, di pino.

Prima di prendere qualsiasi iniziativa è opportuno documentarsi per evitare spiacevole sorprese. E’ come prendere in casa un cucciolo di dobermann o un cucciolo di mastino napoletano, sperando che gli stessi restino sempre cuccioli. Alla fine con grande sofferenze si è costretti a liberarsene, come degli alberi una volta che gli stessi sono diventati adulti.

Per farli crescere in salute, gli alberi al pari di qualsiasi essere vivente hanno bisogno di cure e manutenzioni. Essi necessitano di essere innaffiati periodicamente, in base alle condizioni climatiche, diciamo settimanalmente. Possibilmente, almeno quando sono giovani, vanno concimati ad anni alterni. Per limitarne e correggerne la crescita si ricorre alla potatura.

SU

La tua Opinione!

Giudica questo Articolo:

Approfondimenti:

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Fai da te 360, non mostrare più questo box.