Tende a rullo: per interni ed esterni. Tipi, prezzi e montaggio.

Le tende a rullo, adatte sia agli interni che agli esterni, occupano poco spazio ma sono difficili da smontare. Come gran parte delle altre tipologie di tende, possono essere di vari tipi ed azionate manualmente o motorizzate. Vediamo quali sono i prezzi e come montarle con il fai da te.

Tende a rullo: per interni ed esterni. Tipi, prezzi e montaggio

Tende a rullo: che cosa sono?

Le tende a rullo sono tende a scorrimento verticale che, quando sono aperte, si presentano ben tese e parallele alla finestra o vetrata mentre, quando sono chiuse, sono arrotolate su di un rullo metallico in maniera da occupare il minor spazio possibile.

La loro funzione è di schermare la luce solare, tutelare la privacy dell’ambiente ed in qualche caso, scegliendo tessuti adatti, oscurare come una vera e propria serranda. Nascono come tende per esterno per schermare vetrate di terrazze e giardini o come tende per interno di uffici e ambienti di lavoro. Infatti, inizialmente, per le loro linee semplici e pulite, erano ritenute inadatte agli arredi degli ambienti interni delle abitazioni. Con gli anni però il loro utilizzo come tende da interno è progressivamente aumentato. Le ragioni sono essenzialmente due: il progredire della tecnologia che ha reso disponibili tessuti e colori sempre più appetibili anche nella loro semplicità, la rivalutazione, da parte di molti designer d’interno dell’arredo minimalista che ben si sposa con il loro disegno essenziale.

Come sono fatte e come funzionano.

Una tenda a rullo è formata essenzialmente da tre parti:

  • Rullo. E’ un cilindro metallico incernierato su di un asse intorno a cui si avvolge la tenda. L’avvolgimento della tenda si può realizzare in vari modi:
    • a mano con meccanismo a manovella;
    • a mano con meccanismo a molla sul tipo di quello delle tapparelle comandato da una cinghia;
    • a mano con un meccanismo a catenella.
    • automaticamente con un motore elettrico comandato da un telecomando.
  • Cassonetto. E’ un contenitore solitamente in alluminio anodizzato o altri materiali in cui è contenuto il rullo. Serve a proteggere la tenda che si arrotola su di esso da polvere e agenti atmosferici se è installata in esterno. Il cassonetto può essere montato sulla parete al di sopra della finestra, a soffitto, nella controsoffittatura in maniera da risultare completamente invisibile. In alcune tipologie economiche il cassonetto è sostituito da due semplici staffe che sostengono il rullo permettendogli di girare come mostrato in figura.
  • Tenda. Per potersi avvolgere e svolgere seguendo la rotazione del rullo senza intoppi la tenda deve essere rigida e tesa al punto giusto. La rigidità le viene conferita da una idonea scelta del tessuto. Particolarmente adatti risultano i moderni tessuti tecnici a base polimerica. La tensione le viene invece conferita dal peso una bacchetta metallica fissata al suo bordo inferiore. I tessuti con cui viene realizzata possono essere:
    • filtranti se lasciano passare quasi del tutto la luce solare con una attenuazione più o meno contenuta;
    • opachi se attenuano fortemente le radiazioni solari lasciandone filtrare una minima percentuale di quella incidente;
    • oscuranti se bloccano del tutto la luce.

Ovviamente le caratteristiche tessuto della tenda saranno differenti a seconda se essa sarà installata in interno o in esterno. Il tessuto di una tenda in esterno, dovendo sopportare le ingiurie degli agenti atmosferici, dovrà essere infinitamente più resistente.

Caratteristiche delle tende a rullo. Pregi e difetti.

Di seguito riportiamo le caratteristiche salienti delle tende a rullo raccogliendole in due diverse categorie: quelle che possiamo ritenere vantaggiose se paragonate ad altre tipologie di tende e quelle che invece risultano svantaggiose.

Approfondisci le caratteristiche delle varie tipologie di tende.

I vantaggi:

  • Filtrano la luce con continuità. Infatti, abbassandole, è possibile fermarle a qualsiasi altezza.
  • Quando sono alzate sono completamente arrotolate sul rullo e quindi occupano pochissimo spazio.
  • Sono dritte e tese e quindi richiedono meno tessuto rispetto ad una tenda convenzionale.

Gli svantaggi:

  • Permettono l’apertura della finestra o porta su cui sono montate solo se completamente arrotolate. Per tale motivo risultano poco pratiche se installate su porte o finestre che vengono aperte con frequenza.
  • Sono difficili da smontare e quindi il loro lavaggio riesce problematico. Quelle dotate di agganci in velcro rendono più agevoli tali operazioni.

Come montare una tenda a rullo?

Le tende a rullo a seconda delle esigenze e degli spazi a disposizione possono essere montate:

  • a parete. Si fissa con tasselli e viti il cassonetto o le staffe che reggono il rullo sulla parete che sovrasta la finestra.
  • A soffitto. Sempre con tasselli e viti si ancora il cassonetto o più semplicemente i supporti al soffitto nell’area prospiciente la finestra.
  • Direttamente sul telaio dell’infisso. In questo caso sarà opportuno scegliere una tenda priva di cassonetto.

Quindi, la prima cosa da fare quando si vuole montare una tenda a rullo è naturalmente scegliere dove andrà montata.

Quindi poi si dovrà scegliere la tenda adatta. Le sue misure dovranno ovviamente essere tali da coprire il telaio dell’infisso se la tenda è montata su di esso. Sbordare di qualche centimetro da ogni lato (4/5 cm) se montata sulla parete o a soffitto. Non sempre si riesce a reperire in commercio la tenda perfetta. Nell’eventualità si può comprare una tenda più larga e ridimensionarla. Per compiere questa operazione con un seghetto per metalli si sega il rullo di alluminio e l’asticella di tensione e con le forbici si rifila il tessuto del telo. E’ importante rifilare il rullo dal lato opposto a quello dove è inserito il meccanismo che permette l’arrotolamento. Si dovrà inoltre tener conto dello spessore delle staffe che supponiamo di circa 4 mm per cui alla lunghezza L misurata occorrerà sottrarre 8 mm.

Si stabilisce, nell’ipotesi che la tenda vada montata a parete, l’altezza alla quale andranno montate le staffe.

Quindi si procede in tal modo:

  • con la riga e la livella a bolla si traccia una linea parallela al pavimento.
  • Si stabilisco su tale linea i punti esatti dove andranno le staffe reggi rullo.
  • Si poggiano su questi punti le staffe e con la matita si segnano sul muro i punti dove dovranno essere fatti i fori per inserire i tasselli in cui si avviteranno le due staffe.
  • Col trapano avvitatore si effettuano i fori.
  • Si inseriscono i tasselli ad espansione nei fori.
  • Con le viti si fissano ai tasselli le due staffe.
  • Si attacca al rullo di alluminio il telo della tenda.
  • Si fissa al bordo del telo la bacchettina che servirà a tenderlo.
  • Si arrotola il telo sul rullo.
  • Si fissa il rullo alle staffe ed il lavoro è completato.

 

Occorrente.

  • Kit completo di tenda a rullo. E' possibile acquistarlo in negozi specializzati o online.
  • Tasselli ad espansione e viti.
  • Riga e matita.
  • Livella torica.
  • Martello.
  • Trapano avvitatore e relativi utensili.
  • Forbici.
  • Archetto per metallo.

Costo delle tende a rullo.

Il prezzo di queste tende dipende da molti fattori: tipologia del tessuto, dimensioni, azienda produttrice etc. Per fornire un parametro indicativo di riferimento riportiamo il costo di una buona tenda a rullo per interno oscurante con cassonetto in acciaio inox, rullo in alluminio e telo di dimensioni 90x175 in poliestere che è di circa 20€.

Indice:

La tua Opinione!

Giudica questo Articolo:

Approfondimenti:

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Fai da te 360, non mostrare più questo box.