Tegole bituminose: cosa sono? Prezzi e montaggio.

Le tegole bituminose sono tegole con un’armatura in feltro di vetro imbevuta e ricoperta di bitume. Risultano perfettamente impermeabili e non subiscono deformazioni a causa di variazioni della temperatura. Vediamo quali sono i prezzi e come si montano.

Tegole bituminose: cosa sono? Prezzi e montaggio

Che cosa sono le tegole bituminose?

Le tegole bituminose sono tegole e quindi coperture per tetti che utilizzano il bitume come elemento impermeabilizzante.

Bitume.

E’ una miscela di idrocarburi con consistenza solida o semisolida che può essere naturale o artificiale. Il bitume naturale è diffusissimo sia unito ad altri elementi sotto forma di impregnante in alcune rocce come l’arenaria o i calcari sia da solo sotto forma veri e propri laghi in superficie o di sacche nel sottosuolo. E’ solubile o parzialmente solubile in molti composti organici ma è insolubile e quindi impermeabile all’acqua.

Approfondisci le varie tipologie di tegole.

Le tegole bituminose nascono nell’ America del Nord ai primi del 1900. In questa parte del mondo e segnatamente in Canada sono diffusissime come coperture di tetti in legno e per tale motivo spesso vengono spesso denominate anche tegole canadesi.

Come sono fatte?

Le tegole bituminose possono avere varie forme e dimensioni ma sono tutte accomunate da uno spessore molto ridotto ed un peso particolarmente contenuto. Sono costituite da più strati alternati di diverso materiale. Hanno, infatti, un corpo centrale che funge da supporto e che conferisce loro la necessaria solidità. Detto supporto è poi impregnato con vari strati di bitume che le rendono impermeabili.

L’ultimo strato, ossia quello esposto, viene fatto cospargendo il bitume sottostante, ancora caldo, con una graniglia di materiale inorganico come: ardesia, quarzo, gres porcellanato, ceramica, etc.

Questi materiali hanno una triplice funzione:

  • migliorare l’estetica della tegola,
  • bloccare i raggi Ultravioletti che degradano i componenti organici,
  • fornire la colorazione.

Spesso allo strato esposto viene anche aggiunto un materiale biocida come può essere limatura di rame che impedisce lo sviluppo di funghi ed alghe sulla tegola esposta alle intemperie.

Il lato opposto a quello esposto viene, invece, cosparso con prodotti come: mica, talco, sabbia, etc. Prodotti che servono ad impedire che le tegole, sovrapposte negli imballi, si attacchino fra loro.

Il supporto rigido della tegola può essere costituito da:

  • materiale organico come feltro, fibra di legno, cellulosa, cartoncino riciclato;
  • fibra di vetro.

Ovviamente le tegole con supporto di materiale organico saranno più flessibili e meno fragili di quelle con supporto di fibra di vetro ma per contro avranno minor resistenza al fuoco e richiederanno per l’impermeabilizzazione una quantità di bitume superiore di circa il 40%. La tipologia più comune di tegole bituminose ha la forma e le dimensioni riportate in figura.

tegole bituminose

Costi delle tegole bituminose.

Le tegole bituminose sono acquistabili in negozi specializzati come Leroy Merlin oppure online su portali on line o sui siti delle aziende produttrici. Il costo varia ovviamente con marca, tipologia, dimensioni etc. Comunque per avere un parametro di riferimento occorre considerare che per ricoprire in metro quadrato di tetto bisogna mediamente preventivare una spesa di almeno 15 €.

Montaggio fai da te delle tegole bituminose.

Al fine di fornire una guida pratica che illustri come procedere per montare le tegole bituminose facciamo riferimento ad un caso pratico ovvero: la sostituzione della copertura di un capanno da giardino.

Valutazione dell’occorrente (utensili e materiale di consumo).

  • Martello,
  • Taglierino
  • Metro pieghevole.
  • Tegole bituminose.

Calcolo delle tegole occorrenti

Si misura larghezza e lunghezza di ciascuna delle due falde del tetto del capanno si moltiplicano e si ottengono le due superfici. Si sommano e si ottiene la superficie totale. Sulla confezione delle tegole prescelte è segnata l’area che essa riesce a ricoprire e quindi si divide la superficie totale per tale area e si otterrà il numero di confezioni di tegole necessario. Va però tenuto presente che detto numero andrà maggiorato del 15% per tener conto delle tegole extra necessarie per gli angoli e per la prima fila.

  • Chiodi per la posa. Sono particolari infatti hanno la testa piatta e larga e sono realizzati con materiali speciali che non vengono attaccati dalla corrosione. Ne occorrono circa 50 per ogni metro quadrato di tegole.
  • Mastice per incollare le tegole. E’ prodotto dall’azienda che fabbrica le tegole ed è dedicato al modello di tegole usato. Ne occorre circa una confezione per ogni 5/6 metri quadrati di tegole.
  • Supporto per le tegole in legno multistrato dello spessore di almeno 2 centimetri. Ne occorreranno tanti metri quadrati per quanti sono i metri quadrati delle due falde del tetto.
  • Sottostrato impermeabilizzante che andrà posizionato tra supporto in legno e tegole. E’ venduto in rotoli.

Montaggio

  • Si rimuove la vecchia copertura.
  • Si pulisce l’orditura in legno su cui è ancorata ed eventualmente si sostituiscono parti danneggiate.
  • Si fissa il multistrato sui travetti in maniera da formare le due falde della copertura.
  • Si ricopre il multistrato col sottostrato impermeabilizzante e lo si fissa con chiodi. Le varie fasce vanno disposte parallelamente al bordo lungo sovrapponendolo di almeno 10 cm se la pendenza della falda è superiore ai 15° di almeno 50 cm se è inferiore.
  • Si monta la riga iniziale di tegole. Questa deve essere preparata tagliando le linguette mobili che vanno eliminate.
  • Si parte dalla parte bassa della falda di tetto (bordo lungo) e si sistema la prima riga di tegole privata delle linguette mobili. Le tegole modificate vanno sistemate parallelamente al margine lungo ed in maniera che sbordino da esso di qualche centimetro ed assicurate al supporto in legno con chiodi. I chiodi che vanno sistemati ortogonalmente alla base ed in maniera che la testa non penetri nella tegola.
  • Si sistema la prima riga di tegole intere sovrapponendola al bordo preparato in maniera che le linguette mobili raggiungano il bordo della striscia sottostante e la si fissa con i chiodi nella maniera indicata.
  1. Montaggio tegole bituminose
  • Sulla prima riga completata si passa a sistemare la seconda. Si parte con una striscia di tegole a cui è stata staccato un pezzo lungo il lato corto che è pari alla metà di una linguetta mobile. Il pezzo così ottenuto lo si sovrappone al primo corso di tegole in Maniera che le punte delle sue linguette mobili superino di poco l’inizio delle linguette del corso sottostante.

Montaggio tegole bituminose - 2

  • Si completa la striscia fino al termine della falda con strisce intere.
  • Si passa quindi alla terza riga. Si inizia con una striscia intera accavallandola come la precedente. Si completa la riga con strisce intere.
  • Si continua fino a completamento della falda partendo a corsi alternata con striscia intera e striscia tagliata. Nel sovrapporre le strisce si avrà cura di cospargerle lungo il perimetro di un velo di mastice per aumentarne l’adesione.

Tegole bituminose montaggio completo.

Supervisore: Giuseppe Travaglione
Indice:

La tua Opinione!

Giudica questo Articolo:

Approfondimenti:

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Fai da te 360, non mostrare più questo box.