Stufe a mais


Stufe a mais


Le Stufe a mais devono il nome al combustibile che bruciano per produrre calore, ossia al mais o granoturco, che al pari della legna rappresenta un combustibile ecologico, che assicura il rispetto dell’ambiente, un combustibile rinnovabile ed economico.

Il mais, graminacea destinata essenzialmente alla zootecnia, gode di un’attenzione crescente, quale fonte di energia ecologica, economica e rinnovabile. Come combustibile il mais è caratterizzato da un circolo virtuoso, nel senso che l’anidride carbonica che sprigiona la relativa combustione equivale quella che la pianta di granoturco necessita per crescere e che quindi assorbe dall’ambiente. Ne deriva che il contributo all’effetto serra diventa zero o irrilevante, anche se non tutti sono d’accordo sulla opportunità di bruciare un prodotto che potrebbe contribuire ad alleviare la fame nel mondo. Tra l’altro, incertezze sussistano anche con riguardo al circolo virtuoso ai fini dell’effetto serra, così come è stato da noi rappresentato.

Il mais, quale combustibile rinnovabile, è stato definito il petrolio giallo e tra l’altro, come abbiamo accennato, è tra i combustibili più economici, coltivato in abbondanza nel nostro paese. Di facile trasporto, utilizzo e conservazione, rappresenta una valida alternativa agli altri combustibili per stufe, quali legna, pellet, alcool, da utilizzare anche unitamente a gusci di noce e noccioli di frutta.

Le moderne Stufe a mais, espressione di tecnologie di ultima generazione, oltre alla combustione primaria, prevedono una combustione secondaria, grazia alla quale sono in grado di assicurare un’elevata resa termica, prossima all’80%, mentre un sistema automatizzato di alimentazione, modula quest’ultima in funzione della temperatura che si intende mantenere. In pratica, quando la temperatura si scosta da quella preimpostata, automaticamente aumenta o diminuisce la quantità di mais destinato ad essere bruciata.

L’utilizzo di questa tipologia di stufe, che assicurano il rispetto dell’ambiente (ecologiche) ed un concreto risparmio energetico, in genere viene incentivato dallo Stato e/o altri Enti locali con sgravi fiscali.

Di norma le Stufe alimentabili a mais bruciano anche pellet o altro materiale equivalente, opportunamente ridotto a pezzetti. Le Stufe a mais sono caratterizzate da bassi costi di manutenzione.

E’ stato osservato che il costo di queste Stufe, grazie al risparmio energetico che riescono assicurare, mediamente si ammortizza nell’arco di un quinquennio, anche se da molti si fa osservare che i nuovi impieghi del mais, come la produzione di sacchetti ecologici, potrebbe farne lievitare il prezzo, facendone venir meno l'attuale competitività. Tra l'altro non sono molte le tipologie di Stufe che utilizzano mais al 100%, in genere risulta abbinato ad altri combustibili, come pellet e biomasse legnose.

Ti è piaciuto questo articolo?

Deve migliorare!

Segui Faidate 360:

La Tua Opinione Conta!

Giudica questo articolo:

Deve migliorare!

Segui Faidate 360:

Articoli che potrebbero interessarti:

Stufe moderne Stufe moderne

Stufe per riscaldamento Stufe per riscaldamento