Rilamatura parquet


Rilamatura parquet


Vediamo in che consiste la rilamatura parquet e ogni quanto tempo deve essere eseguita.

In cosa consiste la rilamatura del parquet?

La pavimentazione in legno per durare nel tempo, a parte la normale pulizia giornaliera da eseguire possibilmente con una scopa elettrica con spazzola a setola morbida, cui segue il passaggio di un panno pelle scamosciata ben strizzato, periodicamente, diciamo ogni 7-8 anni, ha bisogno dell’intervento straordinario di “rilamatura”, operazione con la quale viene rimosso per intero lo strato superficiale del parquet. Una volta rimosso lo strato superficiale, dell’ordine di pochi decimi di millimetro, il pavimento deve essere stuccato, carteggiato e verniciato.

Quando eseguire l’intervento di rilamatura?

La rilamatura può essere considerata un intervento di manutenzione straordinaria da porre in essere quando il parquet presenta evidenti segni di usura, come graffi, fessure tra i listelli, macchie, che non vanno via con la normale pulizia o lucidatura.

Quante volte è possibile ripetere l’intervento?

Per i parquet tradizionali in legno massello questa operazione può essere ripetuta anche 5-6 volte a distanza di un decennio circa una dall’ altra, mentre il parquet prefinito, per il quale lo strato superficiale di legno nobile è solitamente di 3 – 4 mm, comunque per legge mai inferiore a 2,5 mm, si presta a 2-3 interventi di rilamatura.

Ti è piaciuto questo articolo?

Deve migliorare!

Segui Faidate 360:

La Tua Opinione Conta!

Giudica questo articolo:

Deve migliorare!

Segui Faidate 360:

Articoli che potrebbero interessarti:

Manutenzione parquet Manutenzione parquet

Posa in opera del parquet Posa in opera del parquet