Recinzioni in muratura.

Recinzioni in muratura

Guida informativa sulle recinzioni in muratura, dalle caratteristiche tecniche ai laterizi per realizzarla, alle peculiarità rispetto a quelle in legno o metalliche, a come realizzarla con la tecnica del fai da te.

Informazioni sulle recinzioni.

La proprietà può essere delimitata e sottratta agli sguardi indiscreti dei vicini e passanti, assicurando l’esercizio pieno ed esclusivo del diritto di proprietà, oltre che con paletti, siepi, recinzioni metalliche e staccionate in legno, anche con le recinzioni in muratura. Quest’ultime assicurano maggiore protezione contro le intrusioni, maggiore riservatezza e difesa dalle avversità atmosferiche, come le raffiche di vento. Le restanti tipologie per assicurare una protezione anche dal punto di visto visivo, necessitano di essere integrate con filari di piante.

Caratteristiche tecniche della recinzione in muratura e limiti normativi e regolamentari.

Il muro per essere considerato recinzione, e non essere sottoposto al rispetto delle distanze previste per le costruzioni in genere, non deve superare i 3 metri di altezza. Ma a parte il rispetto di questa disposizione, prevista dal codice civile, nelle aree residenziali le recinzioni in muratura incontrano altri limiti fissati dai Regolamenti locali.

In genere, per queste aree è previsto che le recinzioni vengano realizzate con cancellate metalliche da ancorare su un basamento in muratura alto 50-60cm dal marciapiede, mentre l’altezza complessiva della recinzione (muratura + cancellata) in genere non può superare i 180-200cm. Le recinzioni in muratura piene sono invece ammesse per tratti brevi, 4-5m, intervallati da recinzioni a vista di lunghezza almeno pari a quella cieca. Se consentite, per questa tipologia di recinzione viene fissata un’altezza massima prossima ai 150cm. Analogamente, le recinzioni realizzate con laterizi a vista, tipo il grigliato, gli spazi vuoti devono almeno eguagliare quelli pieni. In pratica, le recinzioni esclusivamente in muratura possono essere realizzate con riguardo a costruzioni destinate ad attività artigiana, commerciale e industriale, inserite in Aree specificamente destinate a questi insediamenti. Detto ciò, nel rispetto dei limiti previsti dalle disposizioni del locale Regolamento edilizio, la muratura, totale o parziale, può essere realizzata in pietra a secco, in calcestruzzo non armato, in cemento armato, in mattoni o laterizi equivalenti, possibilmente con l’impiego di materiali ecocompatibili. Rispetto agli altri sistemi di recinzione, la muratura è quella che assicura la maggiore sicurezza e riservatezza, anche se dal punto di vista estetico non può competere con una rigogliosa siepe ben curata o con una staccionata in legno.

Perché scegliere la recinzione in muratura?

Per quando riguarda la scelta del tipo di recinzione, bisogna valutare da che cosa vogliamo proteggere la proprietà, per quanto tempo e con quale manutenzione. La recinzione in muratura, anche se meno diffusa delle altre tipologie di recinzioni, rappresenta un’opera stabile e duratura, che non richiede particolari interventi di manutenzione.

Informazioni e consigli utili.

Prima di procedere a qualsiasi tipo di recinzione, in particolare alla recinzione in muratura, informatevi presso l’Ufficio Tecnico del Comune territorialmente competente, circa le disposizioni da rispettare per materiale, distanze e altezza della recinzione.

SU

La tua Opinione!

Giudica questo Articolo:

Approfondimenti:

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Fai da te 360, non mostrare più questo box.