Prezzi del cemento in base a tipologia e caratteristiche.

Quanto costa il cemento? Vediamo quali sono i prezzi medi di mercato delle tipologie di cemento piĂą utilizzate.

Prezzi del cemento in base a tipologia e caratteristiche

Quanto costa il cemento?

Il prezzo del cemento in qualche misura è collegato a quello del petrolio e delle tariffe elettriche, nel senso che i costi del combustibile per alimentare la produzione del cemento rappresentano circa il 40% dei costi complessivi.

Il mercato italiano è controllato (circa 70%) da quattro grandi produttori:

  • Italcementi;
  • Buzzi;
  • Colacem;
  • Cementir.

Prima di vedere però quali sono i prezzi medi di mercato occorre fare delle precisazioni.

Ma quanti tipi di cemento esistono?

Quando si parla di cemento spesso si fa confusione tra:

  • cemento in senso stretto (sacco di cemento) che è un legante idraulico.
  • calcestruzzo che è un conglomerato di cemento, sabbia e ghiaia.
  • cemento armato che è un materiale composito da calcestruzzo e un’armatura di ferro/acciaio.

Inoltre secondo la norma UNI EN 197-1 esistono 5 tipi di cemento che variano per composizione:
  • Cemento di Portland di tipo I che ha una percentuale di clinker (una sorta di pietra che si ottiene agglomerando ossido di Calcio, ossido di Magnesio, ossido di Silicio, ossido di Alluminio e ossido di Ferro, cotta fino a parziale fusione) del 95%:
  • Cemento Portland di tipo II è un cemento che contiene almeno il 65% di klinker.
  • Cemento d’altoforno o di tipo III è composto da clinker, gesso e loppa d’altoforno.
  • Cemento pozzolanico o di tipo IV composto con clinker, almeno il 45%, e pozzolana.
  • Cemento composito o di tipo V composto da clinker, almeno il 20%, loppa d’altoforno, pozzolana e cenere silicica.

Sempre in base alle percentuali di composizione la norma prevede inoltre 27 sottotipi di cemento ciascuno dei quali è suddiviso in 6 classi di resistenza alla compressione.

In totale, quindi avremo 127 tipi diversi di cemento.

A questi bisogna poi aggiungere altri cementi particolari definiti cementi speciali quali:

  • Cemento a presa rapida che è un cemento che solidifica velocemente.
  • Il cemento bianco, un cemento che presenta una colorazione bianca candida in quanto ha una bassa percentuale di Ossido di ferro che conferisce ai cementi la colorazione grigia.
  • Il cemento ferrico, un cemento ricco di ossidi di ferro.
  • Il cemento Trass, un cemento con alta percentuale di Trass, una pozzolana del Reno.
  • Cemento osmotico, un cemento della cui composizione vengono aggiunti dei materiali inerti specifici che consentono di impermeabilizzare le strutture.

Prezzi orientativi delle tipologie più comuni

Data questa grande varietà di prodotti forniamo una tabella con i prezzi medi delle tipologie più comuni di cemento.

Cemento di portland classe resistenza 325: 2-3 euro (sacco 25 kg)
Cemento di portland classe resistenza 425: 3-4 euro (sacco 25 kg)
Cemento di portland classe resistenza 525: 4-5 euro (sacco 25 kg)
Cemento d’altoforno: 4-5 euro (sacco 25 kg)
Cemento pozzolanico classe resistenza 325: 2-3 euro (sacco 25 kg)
Cemento pozzolanico classe resistenza 325: 3-4 euro (sacco 25 kg)
Cemento a presa rapida:5-8 euro sacco 25 kg.
Cemento bianco: 6-7 euro sacco 25 kg.
Cemento osmotico: 22-25 euro sacco 25 kg.

 

Supervisore: Giuseppe Travaglione
Indice:

La tua Opinione!

Giudica questo Articolo:

Approfondimenti:

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Fai da te 360, non mostrare più questo box.