Legno betulla: caratteristiche, utilizzi e prezzi indicativi all'ingrosso e al dettaglio


Legno betulla: caratteristiche, utilizzi e prezzi  indicativi all'ingrosso e al dettaglio

Quali sono le caratteristiche e le proprietà del legno betulla? L'essenza dal delicato colore chiaro è utilizzata per mobili ed utensili, ma quali sono i costi? L’articolo approfondisce inoltre anche gli interventi di manutenzione ordinaria e piccole riparazioni straordinarie.

In breve.
La betulla offre un legname di colore chiaro, dal giallo al bianco rosato. Si tratta di un legno tenero, anche se non particolarmente leggero, di media durezza. Il legno di betulla
è particolarmente elastico e flessibile, ma nello stesso tempo risulta molto delicato. Teme l’umidità e l’attacco dei parassiti del legno, circostanze che ne sconsigliano l’utilizzo all’aria aperta.

Vediamo più in dettaglio le principali proprietà meccaniche, fisiche e tecnologiche del legno di betulla, che ne esplicitano la resistenza, l’aspetto e l’attitudine alla lavorabilità.

Durezza Bassa, definito anche mediamente duro, la betulla è classificata tra i legni teneri.
Durabilità Non particolarmente buona: possiede tra l’altro una certa predisposizione ad essere attaccata dai parassiti animali e funghi.
Elasticità: proprietà dei materiali ad assumere la forma originaria una volta cessata la sollecitazione. Buona
Colore Molto chiaro: biancastro, tendente al giallo/rosa. Un colore che si adatta a tutti gli ambienti, un colore tenuo che ispira calma e serenità, non a caso mutuato dalle piastrelle in gres finto legno betulla, un prodotto che unisce i vantaggi funzionali del gres a quelli decorativi del legno betulla.
Tessitura Fine.
Essiccatura o stagionatura Da eseguire con una buona ventilazione, potrebbe tendere ad imbarcarsi o macchiarsi, essendo di un colore particolarmente chiaro.
Ritiro e dilatazione: Modesto
Peso specifico: peso per unità di volume. Prossimo ai 650Kg/mc allo stato essiccato, supera di poco i 1000Kg/mc allo stato fresco.
Lavorabilità e facilità di taglio Buona, con particolare riguardo alla tornitura. Ma non offre difficoltà da essere levigato e piallato.
Curvabilità: attitudine a conservare le deformazioni imposte artificialmente. Buona
Attitudine alla finitura Buona: si presta ad essere verniciato e tinteggiato.
Assemblaggio Buono con colla, discreto con viti e chiodi.

Tipi di legno di betulla.

  • Betulla bianca o betulla verrucosa o betulla pendula (Betula pendula).
  • Betulla delle torbiere o betulla pelosa (Betula pubescens).

Forniscono un legno sostanzialmente simile, che non differisce ne per le proprietà fisiche (aspetto e colore) ne per le proprietà meccaniche e tecnologiche (resistenza e lavorabilità) e quindi con riguardo agli utilizzi.

Utilizzi del legno di betulla.

Le caratteristiche tecniche ed il colore chiaro rendono il legno betulla, sotto forma di legno massello, multistrato e impiallacciato, utilizzato per:

  • pavimentazioni in legno;
  • fabbricazione di giocattoli;
  • manici, stuzzicadenti, utensili da cucina;
  • interni dei mobili (sono rari i mobili fatti interamente con questo legno);
  • lavori d’intaglio, oggetti di artigianato;
  • per l’industria della carta;
  • per le impiallacciature (in particolare con riguardo alla betulla marezzata (variegata, che presenta striature) finlandese, che assicura manufatti di pregio) e compensati;
  • si presta ad essere variamente tinto, usato quindi per imitare altre essenze più pregiate o maggiormente richieste, ma più difficile da reperire.
Ottimo combustibile sotto forma di carbone, la betulla si presta ad essere utilizzata come legna da ardere. Si taglia facilmente, possiede un alto potere calorico, una buona combustione, con una ridotta densità di fumo e scarsa creazione di faville.
I tronchi diritti e cilindrici si prestano ad essere tranciati, ossia ridotti in fogli sottili con tagli nel senso dell’asse del tronco, fogli da destinare alle impiallacciature o alla realizzazione di pannelli multistrati.

Quanto costa: prezzo indicativo all’ingrosso e al dettaglio del legno di betulla.

Il prezzo le del legno stabilito a mc, eccezionalmente a peso per le essenze particolarmente rare, è influenzato da una serie di grandezze, di cui le principali sono:

  • la scelta (dalla 1^ alla 4^), assegnata in funzione della presenza o meno di difetti, come i nodi, fenditure, piccole crepe, ecc;
  • il grado di stagionatura o essiccazione, ossia della percentuale di umidità che il legno presenta;
  • il grado di lavorazione, che va dal legno grezzo a quello semilavorato,

cui si aggiungono una serie di altri fattori, come la quantità oggetto della contrattazione, la distanza rispetto al luogo di origine e/o di prima segagione, dall’eccesso e carenza di offerta, ecc.

A titolo indicativo, il prezzo medio del tavolame di betulla allo stato fresco, grezzo, di 1^-2^ scelta, è prossimo ai 380-400 euro a mc, prezzo che aumenta dal 10 al 20% circa a secondo se essiccato o stagionato, mentre diminuisce del 20-25% circa passando alla 4^ scelta; il prezzo aumenta del 100% circa, ossia raddoppia, per tavolame semilavorato. La forbice dei prezzi prevede una ulteriore oscillazione dell’ordine del 10-15% circa in funzione dello spessore delle tavole.
Pertanto, sotto forma di tavolame, per una 1^-2^ scelta, essiccata e semilavorata, il prezzo medio indicativo del legno betulla varia da 700 a 850 euro a mc, in funzione dello spessore.

Dai prezzi a mc, opportunamente rivisitati, si passa ai prezzi dei vari manufatti. Pertanto, a parità di scelta:

  • per listelli, travi e tavole, il prezzo viene determinato anche per singolo elemento in funzione delle dimensioni (spessore x larghezza x lunghezza);
  • per i listoni o maxtavole destinate al parquet, il prezzo viene determinato a mq, in funzione dello spessore e delle dimensioni del singolo elemento;
  • per i pannelli in monostrato, multistrato e compensato, il prezzo viene determinato a mq e varia in funzione dello spessore.

Avremo pertanto, a titolo di esempio (per legno 1^-2^, essiccato e semilavorato) che:

  • il prezzo orientativo di una tavola spessore 6cm x 60cm di larghezza x 120cm di lunghezza è di circa 40 euro + IVA, il prezzo sale a 90 euro + IVA circa per una tavola stesso spessore, larghezza 90 cm x 180cm di lunghezza;
  • il prezzo dei fogli sotto forma di tranciati per impiallacciatura, spessore 1mm, oscilla dagli 8 a 10 euro a mq circa + IVA;
  • il prezzo dei pannelli monostrato di betulla spessore 2cm è di circa 90 euro + IVA a mq, mentre sale a circa 190 euro + IVA, per pannelli spessore 4cm; i prezzi diminuiscono del 20-25% circa passando dalle prime due alla quarta scelta;
  • il prezzo dei compensati, spazia dai 30 ai 90 euro a mq circa, passando dallo spesso di 1,2 cm a quello 4cm.

Ovviamente il legname è un materiale soggetto a quotazioni che variano senza soluzione di continuità, per cui anche i prezzi finali sono oggetto di continui aggiustamenti.

Pulizia, piccole riparazioni, trattamento antitarlo dei mobili e manufatti di betulla.

Come per tutte le essenze, mobili e manufatti in betulla devono essere spolverati giornalmente con un panno di cotone morbido e puliti settimanalmente da aloni, impronte o macchie, con un panno imbevuto in acqua tiepida e sapone di Marsiglia.
In presenza di ammaccature, piccole fenditure e abrasioni si può rimediare con un bastoncino di cera, opportunamente ammorbidito posizionandolo nelle vicinanze di una fonte di calore (termosifone, stufetta, asciugacapelli).
In presenza di piccoli buchetti, che evidenziano la presenta dei nemici numero uno dei legnami, ossia dei tarli, non resta che ricorrere al trattamento per combatterli: soluzioni liquide o a spray da iniettare nei predetti forellini.

Puoi conoscere le tecniche, con la guida passo passo, consultando la pagina: Trattamento antitarlo.

Informazioni sulla pianta di betulla.

Ne esistono diverse specie, oltre una trentina, ma quella più imponente è la cosiddetta Betulla bianca che può raggiungere mediamente i 25-28 metri di altezza ed un diametro di 35-45cm, mentre la gran parte delle specie presentano una dimensione più contenuta.

Predilige un clima fresco, che trovano dai 500 ai 1500 metri s.l.m., ma sopporta il freddo, convive con le condizioni climatiche estreme dei paesi nordici.

Originaria dell’America del Nord, dell’Asia boreale e dell’Europa settentrionale, è presente nelle foreste alpine ed in misura minore in quelle appenniniche del nostro paese. Oltre che per la produzione del legname, risulta apprezzata come pianta ornamentale per aree destinate al verde e giardini.

Curiosità: alla betulla vengono riconosciute svariate proprietà medicinali.
Supervisione: Giuseppe Travaglione

Ti è piaciuto questo articolo?

Deve migliorare!

Segui Faidate 360:

La Tua Opinione Conta!

Giudica questo articolo:

Deve migliorare!

Segui Faidate 360: