Alberi ornamentali


Alberi ornamentali


Gli  alberi ed arbusti ornamentali rappresentano gli elementi base per allestire qualsiasi giardino. A parte gli aspetti pratici, quali ossigenazione, protezione dal sole e dagli agenti atmosferici in genere, gli alberi ornamentali, come dice il nome, con i fiori e le foglie variamente colorate, contribuiscono al benessere e ad ornare l’ambiente che li ospita. La loro presenza, pertanto, è determinante per la realizzazione di parchi e giardini sia pubblici che privati, in quanto contribuiscono a mitigare gli effetti negativi di aree edificate molto spesso senza alcun riguardo per il rispetto dell’ambiente.

La la piantumazione degli alberi ornamentali non deve perdere di vista il vero obiettivo di questa operazione, ossia quello di valorizzare certe aree, creare comfort e benessere, anche dal punto di vista dell’impatto visivo per cui, soprattutto per agli alberi a grande fusto, essa è disciplinata da norme precise per quanto riguarda le distanze dalle case e strade pubbliche.

Le varietà degli alberi ornamentali.

Alcuni alberi hanno fiori dai colori accesi, alcuni hanno foglie caduche che prime che cadono offrono una varietà cromatica spettacolare, altri hanno un profumo intenso ed ancora gli alberi che si riempiono di frutti sono uno spettacolo che può superare quello dei fiori e delle foglie. Le varietà sono infinite, cerchiamo di fare un po’ di chiarezza.

Appartengono alla categoria degli alberi ornamentali oltre un centinaio di specie  alcune delle quali possono essere coltivate in vaso altre che invece sono da giardino, alberi ad alto fusto o a basso fusto, sempreverdi o decidui.

Alberi sempreverdi.

Gli alberi sempreverdi sono quelli che non perdono le foglie in autunno ma si rinnovano gradualmente. Le piante sempreverdi si dividono in conifere che hanno foglie a forma di ago, tra cui pino ed abete, che prediligono un clima freddo, e latifoglie ovvero a foglia larga quali l’olivo, il mirto, l’alloro, la magnolia, il corbezzolo tipici della macchia mediterranea.

Le conifere oltre ad avere un aspetto molto gradevole per il loro portamento conico con una chioma densa e compatta, producono una resina molto profumata. Sono piante poco esigenti che però hanno una crescita lenta.

La Magnolia è un albero che predilige clima mite, ha a forma piramidale una chioma ampia e fiori di grandi dimensioni con petali carnosi di colore bianco e molto profumati.

Alberi caducifoglia.

Gli alberi caducifoglia sono quelli che perdono le foglie nella stagione invernale. Sono quasi tutti a foglia larga e tra la specie riscuotono particolare interesse:

l’Acero Campestre e l’Acero Buergerianum, pianta indicata per realizzare siepi e barriere di protezione, le cui foglie cambiano colore, con il susseguirsi delle stagioni, passando dal verde al giallo, dall’arancio al rosso.

L’acacia mimosa che  ha  rami ricadenti e bellissime infiorescenze gialle dall’aspetto piumoso.

Il salix Babylonica dai caratteristici rami lunghi e ricadenti fino a terra che è una pianta ornamentale di grande effetto che predilige luoghi assolati ma che si adatta ad ogni clima.

Alberi ornamentali esotici.

Tra gli alberi esotici utilizzati per ornare i giardini citiamo:

La Jacaranda mimosofila originaria del sud America che ha foglie molto grandi e fiori a campanella di un intenso colore blu;

La Chorisia insignis originaria dell’America del sud che ha un caratteristico fusto a forma di botte e grandi fiori bianchi.

Le palme di numerose specie originarie delle foreste pluviali che però ben si adattano lungo le coste.  Hanno tronco a stipite alto e sottile che termina con una gemma apicale con foglie provviste di spine.

Il Calodendrum capense  pianta originaria dell’Africa che appartiene alla stessa famiglia degli agrumi ed ha foglie che emanano profumo di limone e fiori bianchi profumati.

Come scegliere l'albero giusto?

La scelta degli alberi ornamentali deve tener conto di una serie di fattori, quali lo spazio a disposizione, il tipo di terreno e l’umidità dello stesso, la zona climatica, il tipo di coltura o manto erboso sottostante.

Per giardini mediterranei, spesso battuti da venti salmastri e con terreni alcalini, è opportuno scegliere piante sia sempreverdi che caducifoglie quali pini, o querce, olivo o agrumi. Ben si adattano anche le palme o la mimosa.

I giardini montani possono essere ricchi di alberi o arbusti con vistose colorazioni da fiore quali pruni, meli, magnolie conifere o aceri giapponesi.

I giardini in pianura sono molto sensibili alle nebbie primaverili ed autunnali ed all’afa estiva, tuttavia possono ospitare tutte le specie ornamentali. La scelta migliore è quella di palme, ciliegi, magnolie.

Per i giardini in città, sottoposti ad alto inquinamento, la scelta è legata alla capacità di adattamento delle specie ornamentali.

Come piantare un albero ornamentale.

Gli alberelli di qualsiasi specie possono essere acquistati presso vivai con le radici avvolte in un consistente pane di terra.

Una pianta caducifoglia da giardino deve avere un tronco di almeno 20/25 cm per quelle di grandi dimensioni e di 15/20 per quelle medie.

Gli alberelli acquistati vanno messi a dimora ad una certa distanza, che tenga conto dello sviluppo della chioma, in buche scavate su un prato già nato di dimensioni non troppo grandi: 80 cm di larghezza e 60 di profondità.

E’ buona norma depositare sul fondo della buca uno strato di letame o torba per favorire l’allargarsi delle radici.

L’alberello va posizionato al centro della buca e le radici vanno ricoperte con la terra comprimendo la superficie con i piedi per far aderire il terreno all’apparato radicale.

Dopo aver chiuso la buca è necessario bagnare il terreno con una buona quantità di acqua.

Cura e manutenzione degli alberi ornamentali.

Come ogni specie di piante, anche gli alberi ornamentali hanno bisogno di una corretta e regolare irrigazione, nonché dei necessari interventi di concimazione e potatura. Per gli alberi ornamentali la potatura rappresenta un’operazione delicata, che va eseguita solo se necessaria e nel rispetto del portamento della specie chi vive libera in natura.

Costo degli alberi ornamentali.

I prezzi degli alberi ornamentali variano a seconda dei vivai, delle specie e delle dimensioni, a titolo di esempio:

  • Un acero di 15/16 cm ha un costo di circa 100 euro;
  • Una magnolia di 16/18 cm va dai 90 ai 400 euro;
  • Un pino dai 150 ai 500 euro;
  • Un alberello di mimosa costa dai 50 ai 150 euro.

Ti è piaciuto questo articolo?

Deve migliorare!

Segui Faidate 360:

La Tua Opinione Conta!

Giudica questo articolo:

Deve migliorare!

Segui Faidate 360:

Articoli che potrebbero interessarti:

Alberi da giardino Alberi da giardino

Innesto di piante ed alberi Innesto di piante ed alberi