Alberi caducifoglie


Alberi caducifoglie


Gli alberi caducifoglie sono quelli che durante le stagioni avverse restano completamente privi di foglie. Periodi avversi che coincidono con le stagioni fredde, almeno dalle nostre parti, anche se la botanica conosce specie naturalizzate che considerano periodo avverso la stagione calda.

Per gli alberi a foglie caduche, l’evento ha inizio con l’arrivo dell’autunno, quando le foglie non vengono più alimentate. Con la mancanza della linfa, le foglie, originariamente verdi, cominciano ad ingiallire fino seccarsi, dopo di che si staccano e cadano.

Viceversa, i sempreverdi, come l’ulivo e l’abete, conservano le foglie per l’intero anno. Non restano mai completamente senza foglie, che riescono a vivere anche per più stagioni, rinnovandosi lentamente.

Tra gli alberi ad alto fusto a foglie caduche, il castagno e la quercia, alberi secolari, sono le specie che da sempre hanno caratterizzato i casolari di campagna. I nostri avi avevano compreso la grande importanza della specie. Alberi che per la loro imponenza non lesinavano la frescura d’estate, durante l’inverno grazie alla caduta delle foglie non sottraevano luce e calore alle mura domestiche, con i propri frutti contribuivano all’alimentazione degli uomini e dei propri animali, e per finire fornivano legna da ardere e foglie per il giaciglio.

Da queste considerazione appare evidente che, i sempreverdi risultano meno funzionali e solo motivazioni estetiche ne giustificano la presenza.

Ti è piaciuto questo articolo?

Deve migliorare!

Segui Faidate 360:

La Tua Opinione Conta!

Giudica questo articolo:

Deve migliorare!

Segui Faidate 360:

Articoli che potrebbero interessarti:

Alberi da giardino Alberi da giardino

Innesto di piante ed alberi Innesto di piante ed alberi